Il Medio Evo a Paternò

giugno 6, 2019

 

 

 

 

PATERNO’ – “Mediae aetatis vestigia Terrae Paternionis”, questo è il titolo del convegno di studi medievali che si terrà venerdì 7 giugno presso la Biblioteca comunale di Paternò, tra gli organizzatori: Comune di Paternò, SiciliAntica sede di Paternò, Soprintendentenza ai BB.CC.AA. di Catania, Polo Regionale di Catania per i Siti Culturali, Università di Bamberg, Università degli Studi di Catania, Proloco Paternò.

Si inizierà con i saluti istituzionali: Antonino Naso, Sindaco di Paternò, Filippo Sambataro, Presidente del Consiglio Comunale di Paternò, Rosalba Panvini, Soprintendente per i BB.CC.AA. di Catania, Gioconda Lamagna, Direttore del Polo Regionale di Catania per i Siti Culturali, Salvina Sambataro, Presidente Associazione Pro Loco Paternò, Simona Modeo, Presidente Regionale SiciliAntica.

Breve pausa per un Coffee break e subito il via agli interventi della prima sessione, modera Rosalba Panvini, Laura Maniscalco, Dirigente Sezione Beni Archeologici della Soprintendenza per i BB.CC.AA di Catania, “La ricerca archeologica nel territorio di Paternò: le fasi arabo-normanna e sveva”; Michelangelo Messina, Dottorando presso l’Università degli Studi di Catania, “La madina islamica di Paternò ed il suo iqlim (X-XI secolo): profilo storico e quadro archeologico”; Orazio La Delfa, Numismatico, consigliere regionale di SiciliAntica, “Rinvenimenti monetali dall’area dell’Acropoli”.

Alla fine della prima sessione un momento di pausa per poi riprendere nuovamente nel primo pomeriggio gli interventi della seconda sessione modera Gioconda Lamagna: Francesco Barone, Università degli Studi di Catania,”La genesi del potere aleramico nel territorio di Paternò”; Horst Enzensberger, Docente di discipline ausiliarie della Storia presso l’Università di Bamberg; “Le pergamene di Santa Maria della Scala di Paternò alla Biblioteca Comunale di Palermo”; Mimmo Chisari, Presidente Associazione SiciliAntica sede di Paternò; “Chiese medievali, memorie di un sepolto passato: Santa Maria della Scala, San Nicolò “trans flumen Paternionis” e San Giovanni Gerosolimitano”; Lucia Arcifa; Professore associato di Archeologia medievale presso l’Università degli Studi di Catania, “Paternò e l’archeologia medievale in Sicilia: riflessioni a margine per una nuova agenda della ricerca”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *