Da “Sotto copertura” a “Don Matteo”, l’intensa stagione televisiva di Giulia Fiume

febbraio 1, 2018

 

 

 

 

ROMA – Giulia Fiume, nata a Catania, dopo il diploma di maturità classica, contro la volontà del padre, che la voleva laureata in Giurisprudenza per collaborarlo nel suo studio legale, nel 2012 consegue la laurea in Scienze della Comunicazione a  “La Sapienza” di Roma. Ma gli inizi della passione per il teatro sono targati Catania perchè ha cominciato a studiare recitazione a 16 anni frequentando il centro di formazione scenica “Atman” diretto da Gabriella Saitta. Poi tanti master, gavetta, premi e le prime esperienze significative, come regista, sceneggiatrice, attrice per il teatro, la televisione, il cinema. Tra le più importanti “Il Bagaglino” con Pippo Franco, “Le relazioni pericolose” con Corrado Tedesco e Lorenza Mario, assistente alla regia del film “Confusi e Felici” per la regia di Massimiliano Bruno, la partecipazione a “Don Matteo”, la tournée con “La lupa” con Lina Sastri per la regia di Guglielmo Ferro.

La passione, lo studio, il sacrificio, il coraggio di mettersi in gioco, una certa testardaggine tutta sicula sono gli ingredienti del suo successo, che immancabilmente arriva con “La cattura di Zagaria”, la seconda stagione della fiction “Sotto Copertura”, tornata su Rai 1 dal 16 ottobre, ogni lunedì, per raccontare, in quattro serate, una delle pagine più importanti della lotta contro la criminalità organizzata nel nostro Paese. La serie, con la regia di Giulio Manfredonia, ricostruisce gli anni della latitanza fino al momento della cattura del boss dei Casalesi, capo della camorra casertana, Michele Zagaria, dopo una latitanza durata vent’anni. Alessandro Preziosi interpreta il ruolo del boss camorrista e nel cast Giulia Fiume interpreta Laura Riccio, una poliziotta esperta in intercettazioni. Una fiction di qualità, nella quale il suo è un personaggio complesso che non tocca solo la corda poliziesca, ma quella umana: l’amore, l’amicizia, la malattia e per questo le ha permesso di mostrare il suo variegato talento, imponendola all’attenzione del grande pubblico televisivo. Una vera e propria rivelazione. Torneremo a vederla in TV nel popolare “Don Matteo”, serie dove ha già ricoperto precedentemente qualche ruolo, in programmazione da gennaio. Sogni nel cassetto? “Lavorare in America e vincere l’Oscar…”. Brava, dunque, ma anche bella e ambiziosa, e questo, diciamo la verità, nel suo mestiere non guasta.

R.S.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *