Dagli Opg alle Rems, 40 anni della legge Basaglia: quando i pazzi diventarono cittadini

Katya Maugeri foto di Mauro Vallinotto

COSENZA – Il 13 maggio 1978 la legge 180 decretò la chiusura dei manicomi e stabilì uguale diritto di cittadinanza alle persone con disturbi mentali, ridando dignità e diritti alle persone.

Il Centro di solidarietà il Delfino si propone di approfondire il tema dei rapporti di collaborazione tra l’esperienza delle Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza (Rems) in quanto strutture sanitarie di recente avvio, e il settore della giustizia quale istituzione deputata a valutare e decidere sull’applicazione della misura di sicurezza e l’invio alla Rems nel seminario organizzato presso l’Ordine dei medici di Cosenza, il 13 novembre.

Un incontro per soffermarsi e analizzare il rapporto che rappresenta una delle novità più importanti nel superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari (Opg), per i risvolti pratici nel trattamento e nella cura di questi pazienti psichiatrici che dovrà essere potenziato nel percorso di consolidamento di questi nuovi servizi per la salute mentale.

Un ambito dell’incontro, infatti, sarà dedicato all’attenzione su quanto avvenuto dopo questa storica decisione del Parlamento italiana di avviare una “rivoluzione” nella concezione della malattia mentale. Inoltre una sessione dei lavori intende approfondire il lavoro che Parlamento e Regioni devono compiere per rendere attuale il tema della tutela della salute mentale e lo sviluppo della rete di servizi alla persona.

Un seminario che darà spazio a riflessioni, considerazioni: una occasione per  fare il punto sulle criticità dell’assistenza psichiatrica ancora presenti nel nostro Paese.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *