Dalla Jonia Riposto a Genova: Petrella al Genoa e Leonardi alla Sampdoria

agosto 2, 2019

di Umberto Trovato

Sulla scia della luce della lanterna, simbolo di Genova, per coltivare il sogno di diventare dei giocatori professionisti. E’ questa la storia di due talenti della Jonia, i quali sulla rotta verso la crescita individuale, si sono imbattuti nella luce della lanterna che li guiderà per farli attraccare in uno dei “porti” calcistici più ambiti in Italia: Genova. Il difensore centrale Damiano Petrella indosserà la casacca rossoblu del Genoa mentre l’attaccante Simone Leonardi quella blucerchiata dalla Sampdoria. Dopo lo “Slavia International Cup”, affrontato da Petrella con la maglia della Juve, il suo destino si è incrociato con quello del club genoano, nel quale diventerà parte integrante dell’organico dell’under 16.

Damiano Petrella

La Jonia del presidente Giuseppe Leotta ha preferito assecondare la richiesta del club rossoblu, in quanto la predetta società già da un anno aveva puntato in maniera forte e decisa sul difensore ripostese classe 2004. Per lui, tre provini con il Genoa e due con il Sassuolo. Il longilineo difensore, alto 1.86 e abile nel gioco aereo, è stato anche corteggiato dal Parma, oltre ad affrontare provini con l’Atalanta e con il Foggia. Giorno 16 agosto, Petrella, messosi in luce con la fascia di capitano nella rappresentativa regionale juniores del tecnico Totò Tarantino, inizierà la preparazione con i grifoni. Determinante, ai fini dell’acquisizione delle sue prestazioni da parte del Genoa, la figura del procuratore Gianluca Virzì.

Con i giovanissimi regionali under 15 allenati da mister Renzo Crisafulli, Petrella ha realizzato 10 reti per poi aggregarsi alla compagine under 15 bianconera. La sua specialità sono le reti di testa, soprattutto sui calci d’angolo e sui calci piazzati in generale. Ma ha dimostrato anche freddezza nel trasformare rigori oltre a confermare di avere nelle sue corde l’impostazione del gioco da dietro.Intanto, Petrella ha già iniziato una pre-preparazione fisica. Grande soddisfazione per il neorossoblù, che ha avuto come suo mentore anche il tecnico Pasquale Sanseverino ” Per me è un onore indossare la maglia del Genoa: ovvero del club più antico d’Italia.Spero di portare in alto i colori della mia terra e di realizzare il mio sogno di approdare in prima squadra dopo aver superato la gavetta rappresentata dal settore giovanile. Questo club mi ha dato tanta fiducia. Pertanto spero di ripagarlo nel migliore dei modi. Uno dei miei idoli è il difensore Mimmo Criscito, ormai divenuto bandiera di una squadra per l’efficacia con cui tiene il reparto e per il carisma che è in grado di sfoderare”. Balzo importante anche per l’attaccante catanese Simone Leonardi, approdato alla Sampdoria, anch’egli grazie alla mediazione del procuratore Gianluca Virzì.

Simone Leonardi

Per lui, oltre 30 goal con l’under 14 regionale della Jonia allenata dal duo pasquale Sanseverino-Antonio Bucciarelli e un discreto score di reti con la compagine under 15 regionale allenata da mister Renzo Crisafulli. Leonardi è una prima punta ma soprattutto è un ambidestro che con la Jonia ha segnato più di sinistro che di destro. Egli predilige giocare in un 4-3-3. Il predetto quattordicenne ha affrontato provini con la Spal e con il Sassuolo oltre che a Vismara con il Milan. Alla fine però, ad accaparrarselo, è stata la Sampdoria. “Il mio punto di riferimento è l’attaccante blucerchiato Fabio Quagliarella-sostiene Leonardi- e rivedo in lui. Mi piace comunque giocare con il viso rivolto verso la porta. Ero sicuro di essere chiamato dal club doriano perchè a Genova avevo fatto bene. Farò il possibile per ripagare la fiducia accordatami”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *