Dopo il tunnel, i sangregoresi raccontano la loro esperienza ai tempi del Covid-19 e le loro speranze di rinascita

Dopo il tunnel, i sangregoresi raccontano la loro esperienza ai tempi del Covid-19 e le loro speranze di rinascita

SAN GREGORIO – Una simpatica iniziativa promossa dall’assessore alla Cultura del Comune di San Gregorio, Giusi Lo Bianco.

“La rinascita di San Gregorio dopo il Covid-19” è il titolo del progetto che prevede l’invio, da parte dei cittadini sangregoresi, di un testo scritto che descriva i momenti, gli stati d’animo, i sentimenti provati durante la quarantena e le aspettative del dopo emergenza. Come si è vissuta l’emergenza all’interno della pareti domestiche? Ma soprattutto cosa è avvenuto dentro ognuno di noi durante questo periodo di domicilio coatto ma anche di forzate riflessioni sulla nostra vita, le nostre esistenze, i nostri rapporti affettivi, familiari e sociali?

I testi, che dovranno essere inviati all’indirizzo email: rinascitasangregoriodopocovid@gmail.com, a partire da subito, una volta pervenuti saranno riveduti e corretti, saranno raccolti e pubblicati in un libro. Non vi è limite di spazio. I racconti, le testimonianze possono essere brevi o medio lunghi. Naturalmente la partecipazione all’iniziativa è gratuita.
«Nonostante il periodo difficile e incredibile che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo – ha dichiarato l’assessora Lo Bianco -, il nostro sguardo è rivolto al futuro. Vogliamo avere un atteggiamento propositivo e fiducioso – ha continuato la dott. Lo Bianco – e speriamo anche di riprenderci la nostra normalità fatta anche di piccoli eventi culturali che organizziamo con tanta passione per la nostra cittadinanza. Questo libro – ha concluso Lo Bianco – testimonierà la rinascita del paese e dei sogni dei suoi cittadini attraverso la loro penna».
Il primo cittadino, Carmelo Corsaro, ha subito sposato l’iniziativa della sua assessora: «Giusi Lo Bianco è sempre ricca di idee ed iniziative – ha commentato il dott. Corsaro – anche in questi momenti, nei quali siamo presi dall’emergenza e dalla primaria salvaguardia della salute, Giusi Lo Bianco coinvolge i sangregoresi con ottimismo e fiducia per il domani.
«Scrivere è terapeutico – ha concluso il sindaco Corsaro – e aiuta anche ad esorcizzare le ansie che durante questa “detenzione bianca” si sono sviluppate. Con la scrittura si potrà immaginare un mondo migliore e ciò ci aiuterà a riprenderci».

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *