E’ morta Rita Borsellino

agosto 15, 2018

PALERMO – È morta Rita Borsellino, 73 anni, la sorella del giudice Paolo Borsellino, ucciso nella strage di via D’Amelio il 19 luglio 1992. Rita Borsellino era malata da tempo e negli ultimi mesi le sue condizioni erano molto peggiorate. Oggi pomeriggio il decesso all’ospedale Civico di Palermo, dove, con ogni probabilità verrà allestita la camera aderente.

Sposata dal 1969, aveva tre figli. Dopo l’uccisione del fratello era diventata testimone della lotta alle criminalità organizzate. “Con grande dolore rendiamo noto che Rita Borsellino, presidente di questa associazione, è tornata alla casa del Padre – hanno annunciato nel pomeriggio i componenti del Centro studi Paolo Borsellino -. Abbracciamo i figli e le nipoti”. Proprio lo scorso febbraio era morto il marito, Renato Fiore.

Nel 1995 Rita Borsellino era diventata vicepresidente di Libera, associazione anti-mafia fondata da don Luigi Ciotti, di cui era stata nominata presidente onoraria nel 2005. Carica che aveva ricoperto fino a quando, nell’inverno dello stesso anno, si era candidata senza successo alla presidenza della Regione Siciliana. Nel 2012 si era candidata anche a sindaco di Palermo, perdendo di misura le elezioni primarie del centrosinistra (in quell’occasione si impose il giovane Ferrandelli).

“Con Rita Borsellino scompare una figura simbolo di testimonianza antimafia e di impegno della società civile. Nonostante il dolore familiare e la sua lunga malattia, con coraggio e determinazione non hai mai smesso di lottare e sperare per la verità sulla strage di via D’Amelio. Giunga ai familiari il sincero cordoglio del governo regionale, interprete del sentimento di tutta la comunità siciliana”.
Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, avendo appreso della scomparsa di Rita Borsellino, sorella del magistrato Paolo ucciso da Cosa Nostra, già deputata regionale dal 2006 al 2008 e parlamentare europea dal 2009 al 2014, ne ha ricordato il particolare impegno nella lotta contro la mafia e in difesa dei più deboli. Rita Borsellino, con il suo movimento “Un’altra storia”, è stata uno dei protagonisti della politica regionale e nazionale degli ultimi anni.

“Onoriamo oggi – ha detto Miccichè – una donna straordinaria che si è contraddistinta per l’impegno profuso contro tutte le mafie e le ingiustizie”. Il presidente Miccichè ha fatto giungere alla famiglia di Rita Borsellino le sue condoglianze e quelle di tutta l’Assemblea regionale siciliana.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *