Fare yoga in quarantena: consigli per praticare comodamente da casa

Fare yoga in quarantena: consigli per praticare comodamente da casa

di Giorgia Landolfo
giornalista e insegnante Kundalini Yoga come insegnato da Yogi Bhajan 

Scendete giù dal divano e iniziate o ricominciate a praticare yoga. È questo il suggerimento che arriva dalla rete in questi quasi due mesi di reclusione. Le lezioni online si sono moltiplicate, così come le sessioni di meditazione. Per me è stato fantastico riuscire ad annullare le distanze fisiche poter praticare con la mia insegnante e formatrice, che vive a Roma. Sì, perché anche noi insegnanti continuiamo ad essere studenti e in questi giorni difficili, costellati da brutte notizie, sedermi a praticare con Guru Jiwan, è una spinta potente.

Si può fare una vera lezione di yoga tramite una video call online? 

Me lo sono chiesta prima di proporlo agli studenti e ho voluto testare, in prima persona, questa esperienza che mi sembrava all’inizio un po’ “sui generis”. 

Ho capito che si può eccome e che, ancora una volta, per quanta pratica individuale puoi fare ogni giorno, fare yoga con un insegnante, è assolutamente un’altra cosa. È più sfidante, più stancante se vuoi, certamente più rinvigorente. Perché da soli tendiamo a fare quello che ci riesce più facile, mentre a lezione “capita” sempre quel qualcosa che proprio non avresti voluto fare e che, in genere, è quello che più ti serve.

“Più fatica farai sul tappetino e meno ne farai nella vita” diceva Yogi Bhajan e posso assicurarvi che è assolutamente vero. Viviamo giorni sospesi, siamo bombardati da valanghe di informazioni, le nostre vite e le nostre abitudini si sono totalmente stravolte.  Stiamo vivendo un momento di grande cambiamento e transizione, ci è richiesto di adattarci, di cavalcare l’onda, di guardare avanti e mollare le nostre zone di comfort. In tutto questo se c’è uno strumento straordinario per evitare di rimanere giù giù: è lo yoga. Anche online. Anche attraverso lo schermo di un pc.

In classe, dal vivo, è meglio? Certo che sì, ma è chiaro che per adesso, e ancora per un po’, non sarà possibile. E allora puoi scegliere e, se vuoi ritornare o cominciare a praticare yoga online eccoti 3 consigli per vivere al meglio questa esperienza.

  • Scegli un ambiente confortevole

Sembrerà banale come consiglio, ma ti assicuro che cambia tutto. Perché fare lezione in salotto, magari con altri componenti della famiglia che fanno avanti indietro, rende l’esperienza più complicata. E meno profonda. Invece se, scegli una stanza tutta per te, silenziosa, con una buona temperatura (praticare yoga in un ambiente caldo o freddo è una vera tortura) che ti possa permettere di avere una buona luce naturale, ma di poter creare anche buio durante il rilassamento. Se ti piace, accendi un incenso, assicurati di avere, oltre il tappetino, un piccolo cuscino e una copertina e che nessuno per quell’ora e mezza, oltre te, debba utilizzare quello spazio. 

  • Vestiti adeguatamente

Non so se appartieni alla categoria che toglie il pigiama per rimetterne un altro pulito ogni sera, ma è essenziale prima della pratica vestirsi come se stessi andando a lezione, anche se sei a casa. Se puoi utilizza abiti in fibre naturali, possibilmente chiari, comodi ma non troppo larghi, perché per le posizioni un po’ più strong rischio di rimanere mezzo nudo/a e dall’altra parte c’è qualcuno che ti guarda. Vestiti a strati, potresti sentire la necessità di avere una maglia leggera e poi doverti coprire al termine della lezione e/o durante la meditazione.

  • Spegni e/o allontana il telefonino 

Il cellulare in quarantena rischia di diventare parte di noi.  È molto utile per permettere di stare più “vicini” ai nostri cari e ci consente di rimanere connessi con il flusso di informazioni che si susseguono molto velocemente. Per vivere al meglio la tua lezione online però è meglio metterlo via. Metterlo silenzioso rischia di tentarti comunque a buttare l’occhio durante la pratica, per mille ragioni. Anche per segnalare nella chat del gruppo yoga, o privatamente all’insegnante, che non senti bene l’audio o che la tua connessione non funziona come dovrebbe. Usa la chat online a disposizione se ne dovessi avere estrema necessità e connettiti profondamente con te stesso. Seguire la lezione online può risultare più complicato, ti manca il sostegno del campo elettromagnetico del gruppo, lo sguardo diretto dell’insegnante, ma ci sei tu. Con il tuo respiro, con il tuo spazio interno, alla ricerca del silenzio. Questo non significa che ti siederai a meditare e i pensieri smetteranno di arrivare, anzi. Penserai allo smart working, alla pizza da mettere in forno, ai vestiti da stirare. È normalissimo, ma staccare un po’ dalla rete e dal cellulare ti regalerà sicuramente un momento di grande relax.

Se vuoi cominciare o ricominciare a fare yoga contattami attraverso la pagina Facebook Giorgia Sach Prem – Yoga e Scrittura per l’anima o al numero di telefono e su whatsup 3492510376.  La prima lezione è gratuita e per qualsiasi dubbio io sono a tua disposizione. Da mercoledì 29 aprile alle 16 partirà la mia prima lezione online dedicata ai principianti, ti aspetto!

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *