Festival Zampognarea: tra librerie e luoghi d’arte la mostra itinerante di cornamuse e zampogne del mondo

Festival Zampognarea: tra librerie e luoghi d’arte la mostra itinerante di cornamuse e zampogne del mondo

CATANIA – È stata inaugurata la mostra itinerante di strumenti musicali all’interno del ricco calendario di Zampognarea, il Festival dedicato alle zampogne e alle cornamuse, che animerà il centro storico della città di Catania fino al 7 gennaio 2023.

Sette luoghi del centro storico catanese, tra librerie, associazioni e luoghi d’arte, vedranno esposti gli strumenti musicali della tradizione del Natale, zampogne e cornamuse, e vivranno le incursioni artistiche dei musicisti protagonisti del festival.

Tra gli strumenti, appartenenti alla collezione delle associazioni promotrici del Festival, ci saranno zampogne provenienti dalla Sicilia, Calabria e Campania e cornamuse internazionali, provenienti da Cina, Ungheria, Spagna e Tunisia al fine di mettere in risalto la diffusione di strumenti simili in differenti culture e territori.

La mostra è animata da iniziative diffuse nel corso delle giornate di apertura, durante le quali i musicisti delle associazioni AreaSud e Darshan si recheranno nei diversi luoghi per fare ascoltare, dal vivo, il suono degli strumenti tradizionali e raccontarne anche la storia. L’obiettivo principale della mostra itinerante è quello di portare gli strumenti della tradizione in luoghi diversi per fare conoscere storie ed esperienze artistico-culturali della città. I luoghi che accoglieranno la mostra, visibili nella cartina, sono: Legatoria Prampolini, Libreria san Paolo di Catania, Officine Culturali, Società Storica Catanese, Locanda del Samaritano, Trame di Quartiere e l’Atelier Immaginario.

Oltre alla mostra itinerante, continuano gli eventi musicali della XVIII edizione di Zampognarea, che animeranno le chiese del centro storico e le periferie catanesi: il 14, 15 e 16 dicembre alle ore 19:00 (presso la Chiesa di Santa Maria dell’Aiuto, la Chiesa di Santa Maria della Salute e la Chiesa di Santa Rita) avrà luogo il concerto dell’Orchestra Giovanile della Polis, un progetto ideato nell’ambito dell’avviso pubblico “Palcoscenico Catania. La bellezza senza confini” per la diffusione dello spettacolo dal vivo nelle periferie delle città metropolitane, finanziato dal Ministero della Cultura e dal Comune di Catania. Il progetto nasce per la valorizzazione delle esperienze musicali giovanili del territorio catanese e si avvale della preziosa collaborazione della Catania Philharmonic Orchestra, con cui Darshan e AreaSud hanno già sperimentato dal 2021 un modo comune di pensare alla crescita artistica e culturale della città.

Il 19 dicembre, alle ore 21:00, avrà luogo lo spettacolo “La bella noeva” (Chiesa di Sant’Orsola in Piazza Scamacca); il 30 dicembre, alle ore 19:00, sarà il momento di “Isolitudine – Racconto della Sicilia tra teatro e musica” (Salone Papotto Via Zurria 7).

Gli appuntamenti musicali, distribuiti tra le chiese del centro storico e delle periferie catanesi, continueranno fino a gennaio 2023, con l’obiettivo di offrire anche occasioni di conoscenza del ricco patrimonio architettonico e della costante azione di animazione del territorio delle diverse realtà associative.

Zampognarea, organizzato dalle Associazioni Areasud e Darshan, che fa parte di Italiafestival, la principale associazione italiana di spettacolo dal vivo e multidisciplinare, è realizzato anche grazie al patrocinio e contributo della Regione Siciliana, Assessorato del Turismo Sport e Spettacolo e al sostegno di una ricca rete associativa.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *