Fiamme su Monte Cofano, devastata riserva naturale. Sindaco Custonaci: "azione criminale"

Fiamme su Monte Cofano, devastata riserva naturale. Sindaco Custonaci: "azione criminale"

TRAPANI – Un incendio di vaste proporzioni ha devastato la Riserva di Monte Cofano, nel trapanese. Il rogo è verosimilmente doloso, perché le fiamme, che hanno avvolto nella notte la montagna, sono partite da più punti, sul versante di San Vito Lo Capo. Il sindaco di Custonaci Giuseppe Morfino, parla di “azione criminale”.

Le squadre dei vigili del fuoco hanno operato per tutta la notte per contrastare le fiamme e anche stamane, dall’alba, uomini e mezzi sono stati schierati per spegnere i focolai residui e bonificare l’ampia area coinvolta. Le fiamme – sulla cui natura dolosa non sembrano esserci dubbi – hanno avvolto la montagna che si affaccia sul golfo di Cornino, allargandosi fino al versante nordest sulla baia di Castelluzzo e Makari.

“Un incendio che ha sfregiato il patrimonio ambientale di due territori, quello di San Vito Lo Capo e di Custonaci – dice il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino -. Un gesto vile che lascia profondamente amareggiati. Un’azione criminale da condannare fermamente auspicando che il colpevole, o i colpevoli, venga individuato e punito”.

Anche il presidente di Coldiretti Sicilia Francesco Ferreri ha commentato: “Ancora una volta la Sicilia è stata massacrata con danni irreversibili in una delle zone più belle. Questo scempio non è più tollerabile. Ogni anno si ripete lo sterminio di aree verdi che provoca danni irreversibili – aggiunge -. Occorre avviare piani di prevenzione già dall’inverno, aumentando i controlli nelle aree sensibili. Se non si incentiva l’educazione ambientale tracceremo bilanci sempre più gravi”.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *