Giarre, l'incanto della "piccola Betlemme"

Giarre, l'incanto della "piccola Betlemme"

di Mario Pafumi

GIARRE – La scuola, più di qualsiasi altra istituzione o amministrazione custodisce e tramanda valori e cultura. Cultura nel senso più ampio e tradizione come custode di un focolaio inestinguibile. E ciò si vede e si tocca con mano soprattutto nei “momenti forti” dell’anno come in occasione del Santo Natale. Gli alunni e le alunne della scuola primaria del plesso scolastico di Trepunti appartenente al II IC di Giarre, guidato dalla dirigente Stella Rosaria Cardillo, sotto l’amorevole guida dei docenti, hanno dato vita ad una manifestazione bella e accattivante, ricreando l’atmosfera della “Piccola Betlemme” attraverso la realizzazione di capanne, antiche arti e mestieri: il calzolaio, il fruttivendolo, il panettiere, il fornaio, la tessitrice con le varie botteghe di sapore antico ed esposizione di prodotti tipici tra cui ricotta, formaggi, frittelle, pane, frutta fresca e secca, pasta in vari formati. Il tutto è stato realizzato dal personale scolastico del Plesso con la preziosa collaborazione dei genitori senza i quali non si sarebbe raggiunto il successo ottenuto. Tutti gli alunni del plesso hanno animato con canti, musiche e drammatizzazione la “Piccola Betlemme”, la cui inaugurazione è avvenuta martedì 17. Resterà aperta anche mercoledì e giovedì mattina. Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti, oltre alla emozionata dirigente Cardillo, la DGSA, Alfina Di Paola, l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione Dario Li Mura e il Presidente della Pro loco di Giarre, Salvo Zappalà, che ha voluto fortemente presenziare alla inaugurazione elogiando il lavoro svolto e complimentandosi per il meritato successo. Nel corso della mattinata anche il sindaco di Giarre, Angelo D’anna, che ha visitato i vari stand ha avuto parole di lode per la pregevole iniziativa.
Particolamente apprezzato il lavoro del collaboratore scolastico, signor Tabuso, che ha provveduto alla costruzione delle capanne, fedelissima ricostruzione di quelle della vera Betlemme. Gli alunni delle classi 4 e 5 si sono anche cimentati nell’esecuzione di dolcissimi brani accompagnandosi con strumenti musicali. 

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *