Giarre, riaprire il Pronto soccorso per evitare casi di malasanità

luglio 10, 2018

 

 

 

GIARRE – Il Sindaco di Giarre Angelo D’Anna, in qualità di presidente dell’Assemblea dei sindaci del Distretto socio-sanitari di cui Giarre è Comune capofila, ha inviato una nota, indirizzata alla Commissione regionale “Salute, Servizi Sociali, e Sanitari”, e per conoscenza al Presidente della Regione On. Nello Musumeci e all’assessore regionale della Salute Avv. Ruggero Razza, con la quale, ripercorrendo le motivazioni sostenute negli anni dai sindaci del Distretto a supporto della necessità del ripristino del Presidio ospedaliero “San Giovanni di Dio e Sant’Isidoro”, con annesso pronto soccorso, invita i componenti della Commissione a disporre un sopralluogo nella struttura di via Forlanini, per constatare la presenza di tutti gli elementi di coerenza con il Decreto ministeriale “Balduzzi” al fine di esprimere parere favorevole sulla nuova rimodulazione della rete ospedaliera proposta dal Governo regionale, che prevede appunto la presenza di un ospedale di base e il ripristino del Pronto soccorso. Nella missiva, il Sindaco di Giarre spiega,: “nel sostenere che la presenza dell’Ospedale e del Pronto soccorso garantirebbe al nostro territorio di rispondere alle esigenze di sanità, comporterebbe anche di ridurre la pressione sul Presidio Ospedaliero di Acireale che mostra come la maggior parte dei casi di malasanità sia correlato ad un eccessivo numero di accessi in rapporto al dimensionamento e alle risorse umane disponibili non riuscendo ad offrire servizi sanitari di qualità ad un comprensorio che riunito supera i 230 mila residenti”. Inoltre, il sindaco evidenzia la necessità e l’urgenza dei sindaci, nella qualità di rappresentanti istituzionali del territorio, di garantire e tutelare la popolazione del Distretto sanitario giarrese che raggiunge una composizione di 120 mila unità nel periodo estivo tenuto conto della forte vocazione turistica del territorio dovuta alla presenza di 14 km di coste, del porto turistica di Riposto, delle stazioni sciistiche sul versante nord – est dell’Etna e, nel periodo scolastico, di circa 8.500 studenti pendolari concentrati su Giarre e Riposto. La lettera continua con l’elencazione dei vari dossier presentati negli anni a supporto delle motivazioni di ripristino del Pronto soccorso, con l’indicazione dei vari servizi e strutture in atto presenti nel presidio ospedaliero e degli interventi finanziari già messi in atto dall’attuale Governo regionale, presieduto dal governatore Nello Musumeci, che conosce profondamente la situazione, avendola seguita per tutti questi lunghi anni. Il Sindaco D’Anna conclude la missiva evidenziando “..la forte esigenza di sanità del territorio, la presenza di tutti gli elementi di coerenza con il Decreto Ministeriale Balduzzi…” invitando la commissione “.. a disporre un sopralluogo presso il P.O. così come lo scorso 19 luglio 2016..” e fornendo nel contempo ampia disponibilità a partecipare in audizione ad una riunione della stessa Commissione.

Mario Pafumi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *