I giocatori invisibili a Primavera d’autore

maggio 18, 2017

SANT’ALFIO – La scrittrice Ripostese Irene Giuffrida, con la sua opera prima, il romanzo “I giocatori invisibili”, Ed. Giovane Holden, venerdì 19, alle ore 18, nella “Sala Livatino” del Municipio di Sant’Alfio, sarà la protagonista del quarto appuntamento della 3^ edizione 2017 del calendario dei venerdì letterari “Primavera d’Autore”, organizzato dal Consiglio comunale e dall’assessorato all’Istruzione, Famiglia e Politiche sociali del Comune di Sant’Alfio, in collaborazione con il Gruppo Facebook “Etnei nel mondo”.
Saranno presenti il sindaco Giuseppe Maria Nicotra, l’assessore all’Istruzione Famiglia e Politiche sociali Laura Leonardi, il presidente del Consiglio comunale Renato Ferdinando Finocchiaro e il fondatore di Etnei nel mondo, il giornalista Mario Pafumi, direttore artistico della rassegna letteraria. L’opera sarà presentata sotto forma di intervista all’autrice e a farlo sarà la giornalista Giuliana Papa, che leggerà anche brani scelti dal romanzo. Nel corso dell’incontro sono previsti interventi musicali di Saverio Catania alla chitarra.

L’affascinante Guido, modello e aspirante scrittore, cultore di filosofia e inquieto bisessuale, viene ritrovato morto sul retro del Casinò più celebre di Torino, città in cui si trovava per un convegno insieme all’amante. Il Commissario Saverio Strano, di origini siciliane, è chiamato a risolvere il caso, insieme a Viola, collega alle prime armi, di cui inevitabilmente è destinato a innamorarsi nel corso delle indagini. Indagherà così le più strette e recenti frequentazioni di Guido, tra cui Alessio Severi, il noto pittore dalla dubbia moralità che lo ritraeva per lavoro, e lo stuolo di donne che usava sedurre e abbandonare, per lenire con incontri occasionali la sua sofferenza psicologica. Guido è un giocatore invisibile, un uomo che vive la sua esistenza con una distanza di sicurezza. Il commissario troverà in hotel, insieme a droghe e psicofarmaci che alteravano di certo la visione della realtà di Guido, anche un romanzo scritto di suo pugno Il mondo secondo Guido, in cui viene narrata l’intera sua vicenda biografica, la sua spiccata sensitività, l’amore per l’Arte, l’incontro con la misteriosa Morgana, a suo dire la propria anima sgusciata via dal corpo, le violenze domestiche subìte da ragazzo e il patto d’infedeltà firmato con l’amante. Attraverso una ricostruzione dell’esistenza di Guido il commissario ripercorrerà, come in un gioco di specchi, parte della sua stessa esistenza, e giungerà infine alla soluzione di un enigma.

Irene Giuffrida si è laureata nel 2003 in Filosofia, con 110 su 110 e lode, con tesi di laurea in Bioetica sull’esistenzialismo sartriano nella sua prospettiva etica. Si è specializzata nel 2008 e insegna Filosofia e Storia in un Liceo scientifico di Acireale. Ha lavorato per un anno a Torino, nell’ufficio Comunicazione e Stampa del ”Gruppo Abele ” di Don Luigi Ciotti, specializzandosi al contempo con corsi di formazioni legati       al disagio sociale, e alle modalità di aiuto e corsi di editing, giornalismo, e strategie della comunicazione. È giornalista pubblicista dal 2009 e collabora in esterno per la pagina della cultura con il quotidiano ”La Sicilia” per cui scrive recensioni di libri e articoli culturali. I giocatori invisibili, psico-giallo a sfondo filosofico, edito nel maggio del 2016 dalla casa editrice ”Giovane Holden Edizioni” è la sua opera prima. Il romanzo, finalista al premio letterario internazionale ”Nabokov” 2016/17, ha ricevuto un attestato di merito, nel teatro comunale di Novoli lo scorso gennaio.

Il calendario di Venerdì letterari – Primavera d’Autore, proseguirà il 26 maggio prossimo con la presentazione del libro “Nome in codice: Ares. Le missioni, le battaglie, la formazione di un eroe italiano” di Adorno Andrea, Breccia Gastone – Mondadori Editore.

Durante tutto lo svolgimento della manifestazione, che si concluderà il 16 giugno, saranno esposte la opere iperrealiste dell’ artista emergente giarrese Silvia Pagano. Tutte le serate si terranno alle ore 18, nella Sala Livatino del Municipio di Sant’ Alfio. “Obiettivo del progetto  spiega il coordinatore della rassegna Mario Pafumi – è quello di unire le persone sulla base dell’ amore più bello che esista, l’amore per i ricordi, per i racconti, per la poesia, per i sogni: in una parola, per la letteratura. Scrittori, giornalisti, poeti, artisti si alterneranno in un palco ideale dove non esistono differenze di ruolo, ma dove suona la parola di una cultura che si confronta per necessità, verità e vocazione nel nostro tempo”.

One Comment

  1. Anna

    agosto 18, 2017 at 11:38 am

    Il calendario di Venerd letterari – Primavera d Autore , organizzato dal Consiglio comunale e dall assessorato all Istruzione, Famiglia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *