I miti di Belpasso diventano un fumetto

maggio 21, 2018

 

 

 

 BELPASSO  – Il sindaco, Carlo Caputo, ha accolto nei saloni municipali i piccoli alunni della Scuola dell’Infanzia – Plesso via Scuole Medie, Sezione F – del Circolo Didattico “Madre Teresa di Belpasso”, che hanno realizzato un libro a fumetti dal titolo “Fenny, l’interpretazione dei segni”. Il lavoro è stato presentato al Concorso nazionale per la scuola “I linguaggi dell’immaginario, promosso dalla Romics e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. La tematica scelta dagli alunni è la valorizzazione del patrimonio storico e artistico e il lavoro è stato guidato dalle insegnanti Patrizia Distefano e Angela Palazzo, sotto la supervisione del dirigente scolastico, la professoressa Provvidenza Calvagno. La realizzazione del prodotto ha permesso di far conoscere ai bambini il proprio territorio, la struttura urbanistica a scacchiera e le nuove sculture poste lungo le vie principali. Nel fumetto, il protagonista è Fenny, l’Araba Fenice, che guida un gruppo di bimbi  in visita a Belpasso alla scoperta dei segni della creatività di artisti locali ed internazionali, suscitando in loro curiosità, stupore e stimolo alla conoscenza attraverso l’interpretazione delle opere.

All’incontro ha presenziato anche il vice sindaco, Tony Di Mauro, insieme ai genitori intervenuti che  hanno assistito alla proiezione multimediale del libro a fumetti. Al termine, i bambini hanno posto diversi quesiti al sindaco Caputo che ha risposto molto volentieri, guidandoli alla scoperta delle curiosità del Comune e della città nella maniera divertente e giocosa, appropriata all’età dei piccoli alunni. «La nostra ricchezza sono i bambini – ha aggiunto il sindaco Caputo – e su di loro dobbiamo scommettere. Sono profondamente lieto che gli alunni abbiano centrato il proprio lavoro sulla città di Belpasso, che è per loro una piccola patria ma ricca di peculiarità storiche e artistiche. Farli innamorare già adesso della storia, del mito dell’Araba Fenice, delle simbologie e delle bellezze di Belpasso è un modo per farli sentire cittadini protagonisti già da piccoli. Ottimo questo lavoro delle maestre e della scuola, che ringrazio di vero cuore per l’impegno».

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *