I pensieri del cuore

 

 
 

SANTALFIO – La presentazione della raccolta di poesie “I pensieri del cuore, Ed. Armando Siciliano, di Angelo Vecchio Ruggerivenerdì 28, alle ore 18, nella Sala Livatino del Municipio di Sant’ Alfio, è il secondo appuntamento del la 3^ edizione 2017 il calendario dei venerdì letterari “Primavera d’Autore”, organizzato dal Consiglio comunale e dall’assessorato all’Istruzione, Famiglia e Politiche sociali del Comune di Sant’ Alfio, in collaborazione con il Gruppo Facebook ETNEI NEL MONDO. Saranno presenti il sindaco Giuseppe Maria Nicotra, l’assessore all’Istruzione Famiglia e Politiche sociali Laura Leonardi, il presidente del Consiglio comunale Renato Ferdinando Finocchiaro e il fondatore di Etnei nel mondo, il giornalista Mario Pafumi, direttore artistico della rassegna letteraria, che aprirà l’incontro. Ad introdurre il libro, alla presenza dell’ Autore, sarà la dottoressa Lucia Brischetto, esperta del Tribunale di sorveglianza, della Facoltà  di Scienze della formazione di Palermo presso Istituti per minorili e Ufficio esecuzione penale, giornalista pubblicista, scrittrice e poetessa. La lettura critica dell’opera sarà curata dalla giornalista Rita Patanè. Nel corso dell’incontro è previsto l’intervento dell’ editore Armando Siciliano. Liriche scelte verranno lette da Carmelo Cavallaro, hancorman, già commissario della Polizia di Stato. Intermezzi musicali del mandolinista Beppe Visy e della chitarrista classica, Rossella Lavenia.
“I pensieri del cuore”, che contiene anche una postfazione del poeta Senzio Mazza, rappresenta l’anima di Angelo Vecchio Ruggeri, che, secondo Agata Giuseppa Mazzaglia, che ha curato la prefazione del pregevole volume è il poeta degli istanti di una vita, dipinta da forti sentimenti ed emozioni, attraversati da un arcobaleno di stati d’animo dove si alternano gioia, felicità, paura, sogni. Ne viene fuori un’intensa silloge di poesie, scritte durante l’arco della sua vita. Fra le pagine scorrono ricordi, momenti di vita vissuta, persone importanti, riflessioni profonde sul senso della vita, sui sentimenti, su fatti dell’attualità, ripercorrendo le passioni, le amicizie, gli amori, i luoghi cari al poeta fornendo al lettore un orizzonte aperto sulla sua anima, sulla sua esistenza nei quali vedere e leggere emozioni grandi e piccole vissute nel quotidiano. Le liriche sono dunque variegate e spaziano dalla poesia d’amore a quella della denuncia della mafia alla solidarietà nei confronti del fenomeno dell’immigrazione. La poesia di Angelo Vecchio Ruggeri, come dice Agata Giuseppa Mazzaglia è sguardo che interpreta, traducendo in vita ciò che l’animo prova.
Angelo Vecchio Ruggeri, spirito ribelle sin da studente è stato in prima fila nelle lotte del Movimento studentesco. A 21 anni abbandona gli studi universitari per la sua sete di libertà e si impiega in un faticoso lavoro che lo impegna con cicli di lavoro continuativi notturni. Inserito nei quadri sindacali viene chiamato ad occupare cariche importanti anche a rilevanza nazionale, regionale e provinciale battendosi per trent’anni nel tentativo di migliorare la qualità della vita dei lavoratori. E stato impegnato anche in politica fin dagli anni 70 e per quindici anni ha ricoperto il ruolo di pubblico amministratore. All’ età di 50 anni decise di completare gli studi lasciati in sospeso iscrivendosi all’ Università di Messina conseguendo prima la laurea triennale e successivamente la Magistrale in Economia, con specializzazione in Economia del turismo e ambiente. Da 35 anni giornalista pubblicista è autore di altre pubblicazioni.
Il calendario di Venerdì letterari  Primavera d’ Autore, proseguirà il 12 maggio prossimo con la presentazione del romanzo “Solo se c’è la luna” della scrittrice Silvana Grasso, finalista ai premi letterari Strega e Campiello, ospite d’ onore della rassegna. Durante tutto lo svolgimento della manifestazione, che si concluderà il 16 giugno, saranno esposte la opere iperrealiste dell’ artista emergente giarrese Silvia Pagano. Tutte le serate si terranno alle ore 18, nella Sala Livatino del Municipio di Sant Alfio.
“Obiettivo del progetto  spiega il coordinatore della rassegna Mario Pafumi  è quello di unire le persone sulla base dell amore più bello che esista, l’ amore per i ricordi, per i racconti, per la poesia, per i sogni: in una parola, per la letteratura. Scrittori, giornalisti, poeti, artisti si alterneranno in un palco ideale dove non esistono differenze di ruolo, ma dove suona la parola di una cultura che si confronta per necessità, verità e vocazione nel nostro tempo.
Comunicazione a cura dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio comunale di Sant’Alfio – Cell. +393923531314

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *