Il Cda è al completo, l'AMT può ripartire e Sicindustria raddoppia

CATANIA – Altro giro di valzer per gli incarichi di vertice delle partecipate e a distanza di 24 ore l’Associazione industriali piazza il suo secondo uomo. dopo Ontario alla Pubbliservizi, ora tocca a Domenico Drago all’AMT. “Con il nuovo cda potremo finalmente procedere all’indispensabile approvazione delle modifiche allo Statuto societario imposte dalle nuove normative sulle Partecipate e continuare nell’azione di assestamento e rilancio dell’Azienda che attraversa un periodo di difficoltà”. Lo ha detto il presidente dell’Azienda metropolitana trasporti Carlo Lungaro dopo che Stefania Di Serio e Domenico Drago – indicati nel corso di una  seduta straordinaria  dell’Assemblea dal socio unico, il Comune di  Catania – hanno preso il posto nel Consiglio d’amministrazione dell’Amt di Daniela Baglieri e Sebastiano Gentile. Le norme, fin troppo stringenti, dello Statuto hanno infatti causato grandi difficoltà nell’individuazione di personalità con esse compatibili, tanto da dover chiamare professionalità o già gravate da impegnativi incarichi come la presidente della Sac o a ricorrere a profili al di fuori del territorio catanese.
L’ing. Stefania Di Serio ha lavorato per vent’anni in ruoli apicali in aziende del Trasporto pubblico locale e della Mobilità in tutt’Italia, costituendo grazie alle proprie competenze una vasta rete di contatti nazionali e internazionali e ha insegnato e insegna in Master universitari.
Il dott. Domenico Drago, laureato in Economia e commercio e attualmente componente del Collegio dei Revisori di Sicindustria, ha anch’egli una considerevole esperienza nel settore della trasportistica: è stato tra l’altro direttore generale dell’Amat di Palermo e direttore amministrativo dell’Azienda siciliana trasporti (Ast).
Lungaro, dottore commercialista con alle spalle una lunga carriera da manager, è stato, oltre che presidente dell’Amt, anche vicepresidente nazionale  della Federtrasporti.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *