La Centrale unica di committenza deve restare in Sicilia

settembre 19, 2019

“Le associazioni regionali di Legacoop e Confcooperative manifestano serie preoccupazioni rispetto all’ipotesi di trasferimento della Centrale Unica di Committenza Siciliana in altre Regioni. Una simile prospettiva infatti, oltre a dare l’errata sensazione di una resa, rischierebbe di penalizzare nei fatti, il tessuto produttivo siciliano, specialmente le piccole e medie imprese, con il rischio, sempre presente in Sicilia, che un provvedimento temporaneo diventi stabile e duraturo .

Per questi motivi sarebbe auspicabile piuttosto individuare rapidamente, nell’ambito dell’ampio contesto del personale della Regione, soggetti qualificati che possano aumentare l’organico dell’Ufficio competente in grado di assolvere agli obblighi preposti. Confidiamo pertanto che venga al più presto accolta la richiesta di un confronto con il Governo della Regione nell’ambito del quale non mancherà l’apporto propositivo e costruttivo della cooperazione siciliana”. Lo scrivono in una nota Gaetano Mancini, Confcooperative Sicilia, e Filippo Parrino, LEGACOOP Sicilia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *