La grande bellezza etnea, al quinto posto

aprile 18, 2017

|Katya Maugeri|

“Una collina situata sul versante nord dell’Etna nel bel mezzo della Valle che il fiume Alcantara solca tra Randazzo e Taormina; è uno dei comuni del Parco dell’Etna e del Parco fluviale dell’Alcantara”, Castiglione di Sicilia, una bellezza senza tempo, si classifica solo quinto nella classifica finale del Borgo dei borghi, trasmissione di Rai 3 Alle falde del Kilimangiaro.
A vincere l’edizione 2017 del premio è il comune di Venzone, in provincia di Udine. Fra i meriti riscontrati dalla giuria ci sono la presenza di flora e fauna particolari e la riuscita ricostruzione dopo il terremoto del 1976. Al secondo posto,  Arquà Petrarca, poco più di 1800 anime in provincia di Padova, sui colli Euganei, terzo posto per Conca dei Marini, comunità con 724 abitanti sulla Costiera amalfitana, non lontano da Salerno.
Voti online e una giuria formata dalla chef stellata Cristina Bowermann, dallo storico dell’arte Philippe Daverio e dal geologo Mario Tozzi, hanno premiato due località settentrionali sulle tre che sono andate sul podio, i tre giurati, oltre ad esprimere il proprio voto, hanno accompagnato Camila alla scoperta di tre tesori italiani. Con Cristina Bowermann alla ricerca dei piatti che rappresentano la ricchezza e la diversità del territorio italiano; Philippe Daverio ha portato a conoscere un tesoro artistico del Centro Italia; mentre con Mario Tozzi è stato visitato un tesoro naturale e paesaggistico. A consegnare la targa al vincitore Virginie Vassart, ambasciatrice delle bellezze dei borghi italiani. Tre anni fa il riconoscimento era andato a Gangi, in provincia di Palermo. Nel 2015 l’aveva spuntata Montalbano Elicona, nel Messinese, mentre il miglior borgo del 2016 era stato Sambuca di Sicilia, in provincia di Agrigento.

Anche Ruggero Sardo, nelle scorse settimane, aveva promosso Castiglione di Sicilia come migliore borgo d’Italia:  https://www.sicilianetwork.info/castiglione-di-sicilia-borgo-piu-bello-ditalia/, un luogo incantevole ricco di tradizioni e antiche fortezze da ammirare. Il primo maggio concedetevi la bellezza e visitate uno dei borghi più belli della nostra Sicilia.

One Comment

  1. carmelo

    aprile 23, 2017 at 10:47 am

    Sono d’accordo su quanto detto e descritto anche attraverso televisioni locali…qualche neo? inaccessibilità al castello dei Lauria…costantemente chiuso….le chiese di bellezza inestimabile, dove all’interno di una di queste risiede una meridiana a luce ( attraverso un foro sul tetto)..seconda in Sicilia dopo quella di Catania ( chiesa di San Nicolò La Rena) ..articolisti che potrebbero presentare le bellezze del paese..assunti per non si sa che cosa fare..alcuni riferiscono nel numero di oltre venti….case in stato di totale abbandono….in alcune invece dove è passata la macchina di Alle falde del Kilimangiaro …addobbate con piante e fiori…peccato..merita molto ma molto di più.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *