Lagalla: "garantire continuità occupazionale"

PALERMO – “La sfida è quella di rendere la formazione professionale moderna, fruibile e soprattutto di qualità, ricordando che essa non è un segmento distaccato dall’istruzione, anzi, entrambe sono volte alla creazione di competenze indispensabili per un efficace inserimento nel mondo del lavoro”, questo l’obiettivo da raggiungere secondo Roberto Lagalla, assessore all’istruzione e alla formazione professionale che ieri a Palermo ha incontrato tutte le organizzazioni sindacali per avviare un dialogo sulle criticità del sistema della formazione e individuare elementi utili per procedere verso la costruzione di un nuovo modello.
“Occorre valorizzare il contributo di tutti – dichiara Lagalla – cercando di garantire continuità occupazionale ai tanti che hanno perso il posto di lavoro, superando l’attuale fase di stallo”.
Secondo l’assessore, inoltre, bisogna trovare un modello in grado di “far ripartire il sistema e parallelamente operare per una generale riqualificazione dello stesso”. “Solo in questo modo – prosegue – riusciremo ad avviare una nuova stagione per la formazione professionale”.
Sono state tanti i temi discussi: l’aggiornamento e la certificazione delle competenze, l’esigenza di una legge sul diritto allo studio e il possibile potenziamento delle attività connesse all’aggiornamento dell’obbligo formativo, senza dimenticare i processi di ricollocazione del personale attraverso la riqualificazione o la riconversione di alcune figure professionali, nonché favorendo l’esodo di quanti più vicini all’età pensionistica.
Infine, Lagalla si è detto soddisfatto per la disponibilità e per l’approccio costruttivo dimostrato dalle rappresentanze sindacali.
La collaborazione rappresenta la “premessa fondamentale per avviare un dialogo duraturo e utile all’efficacia del lavoro che ci si appresta a svolgere”, conclude l’assessore.

 

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *