L’arte del corpo umano

maggio 13, 2019

Martina Pumo

MILANO – Il corpo umano è un’opera d’arte vivente, magnifica e ineguagliabile, una macchina perfettamente collaudata senza imperfezioni apparenti. Ma la vita quotidiana, lo stress causato da innumerevoli fattori, le malattie e un’alimentazione scorretta rovinano in modo profondo e talvolta perenne la perfezione che la contraddistingue. Ma come si possono conoscere i veri danni che il nostro corpo subisce non avendo mai studiato medicina? Oggi una risposta a questa domanda c’è, ed è racchiusa nella mostra “Bodies…the exhibition”.  

“Bodies… the exhibition” non è una semplice mostra, ma rappresenta un viaggio attraverso la complessità del corpo, una esibizione itinerante che dà alla luce i segreti racchiusi in noi. Attraverso la tecnica della plastinazione, creata dal brevetto di Gunther Von Hagens nell’Università di Heidelberg, scienziato tedesco che iniziò questa ricerca nel 1977, nell’Istituto di Patologia e Anatomia, “Bodies… the exhibition” porta in giro per il mondo la strabiliante verità racchiusa nei tessuti del corpo umano. Un complesso processo porta a sostituire i liquidi corporei con polimeri di silicone, riuscendo così a conservare perfettamente organi e i tessuti. Nulla viene lasciato al caso durante ogni più piccolo passaggio trasformando un semplice uomo in opera d’arte. Il cuore, motore pulsante e sede dell’essenza della vita, viene trattato con particolare e minuziosa attenzione. La mostra diventa così un’analisi attenta, un confronto tra corpi e organi sani e malati, esplorando attentamente ogni più piccolo cambiamento. Quindici diverse tipologie di tumore vengono esposte e spiegate attraverso tabelle didattiche e presentazioni multimediali. Non solo, lo scheletro, l’apparato motorio, il cervello, il sistema nervoso, gli organi sessuali vengono così analizzati.

“Bodies… the exhibition” mostra e istruisce dando la possibilità di confrontarsi con tematiche importanti e delicate come la donazione degli organi o gli effetti che alcol e nicotina hanno sui nostri organi. Un’esposizione che mostra la vita sotto un altro punto di vista, uno sguardo crudo e reale, vero e visivamente potente.

La mostra, che si è appena conclusa a Milano, ha fatto il giro del mondo, mostrando la bellezza dell’anatomia. Stupore, paura, curiosità. “Bodie… the exhibition” ha la capacità di unire tutte queste emozioni trasportando lo spettatore in un mondo fatto di carne, tendini ed ossa. Un mondo fatto di muscoli in movimento che si piegano, flettono e corrono senza spostarsi mai. Veri corpi umani che diventano arte attraverso la scienza. Oggi si trova a Foggia per mostrare i 250 corpi anche agli spettatori pugliesi che sapranno stupirsi nel loro viaggio nell’anatomia umana, alla scoperta di chi siamo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *