“Le voci di Librino”, tre calciatori del Catania incontrano i ragazzi

dicembre 21, 2017

 

 

CATANIA – , Alle ore 17,30 nella sede del centro Talità Kum in viale Moncada 2, tre giocatori del Catania Saro Bucolo, Matteo Pisseri e Andrea Di Grazia (nella foto) incontreranno i bambini e i ragazzi coinvolti nelle attività del centro. L’incontro rientra tra le attività di promozione dei valori dello sport e della legalità del progetto “Le Voci di Librino”.
I tre calciatori rossazzurri potranno raccontare ai bambini e ai ragazzi come hanno raggiunto i loro traguardi sportivi. «Dopo le masterclass in boxfit e difesa personale, tenute in collaborazione con la palestra Virgin Active – spiega Giuliana Gianino, presidente di Talità Kum -, l’incontro con i calciatori del Catania è un altro momento formativo tra quelli previsti dal progetto. E’ nostro intento educare i ragazzi al valore dello sport sano. Offrire loro esempi di chi, grazie al sacrificio e all’impegno, è riuscito a raggiungere dei risultati importanti, è un momento educativo molto importante».
Le attività gestite da Talità Kum Onlus nell’ambito del progetto – calcio e box fit, rivolti ragazzi e ragazze del quartiere dai 13 ai 18 anni – sono soltanto alcune di quelle previste dal progetto “Le Voci di Librino”. Il progetto è in pieno svolgimento, durerà due anni e prevede un insieme di attività, finalizzate a creare nuove “comunità di interesse” tra i potenziali ascoltatori su temi della legalità, della partecipazione, della cooperazione, anche partendo dallo sport e dalla musica: sono già in corso laboratori radiofonici in tre scuole del quartiere per produrre il programma radio settimanale “Radio Lib”, tirocini rivolti a giovani a rischio, percorsi di promozione e sostegno di idee e attività imprenditoriali, corsi e tornei sportivi, presentazione di progetti scolastici. Una serie di attività che nasceranno e saranno “raccontate” in questo progetto di radio di comunità dagli stessi protagonisti, studenti e operatori impegnati sul campo.
Il progetto è promosso dall’associazione Catania Lab, editrice di Radio Lab e gestore di Radio Zammù, la radio dell’Università di Catania, in collaborazione con Elios, Talità Kum, The Hub. Partner esterni del progetto sono i cinque istituti scolastici coinvolti (Istituto Angelo Musco, Istituto Dusmet, Istituto Campanella Sturzo, Istituto Brancati e Istituto Pestalozzi), l’Ufficio Servizio Sociale per i Minorenni di Catania, il Comune di Catania, la Fondazione Cirino La Rosa. Il Progetto è sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *