Lecce-Catania: non decisiva, ma determinante


 
 
 
Daniele Lo Porto

CATANIA – Il Lecce tenterà la vittoria per la fuga: se dovesse battere il Catania si porterebbe a +7, un margine di vantaggio ampio, anche se non ancora incolmabile, per correre da solo verso la promozione diretta in Serie B. L’ad. Pietro Lo Monaco, da parte sua, ha blindato la squadra e cercato di abbassare la tensione: “Il Lecce deve vincere, noi vogliamo vincere”. Insomma, scontro diretto importante, ma ancora non decisivo perché il campionato è lungo. Cristiano Lucarelli ha portato con sé in Puglia tutti gli atleti disponibili, compreso l’ultimo arrivato, il centrocampista Giuseppe Rizzo, dalla salernitana, mentre Giuseppe Caccavallo ha già esordito in occasione del Memorial Massimino e potrebbe scendere in campo nel tridente offensivo accanto a Curiale e Di Grazia, o Mazzarani. L’unico dubbio da risolvere, dato per scontato che gli etnei si schiereranno con il 4-3-3, riguardo l’utilizzo di capitan Marco Biagianti che ha riportato prima una decina di giorni fa un colpo all’occhio e per questo motivo non è stato utilizzato contro il Sion, ma in settimana dovrebbe aver recuperato. Probabilmente una frazione di partita, se fosse necessario, dovrebbe disputarla anche Andrea Russotto (nella foto il gol del 3-0 al Massimino), che si allena col gruppo già da una settimana, dopo essere stato costretto allo stop dall’infiammazione di un tendine della coscia.

Partita tutta in salita per la squadra di Lucarelli, che non sarà in panchina perché squalificato, e giocherà in uno stadio totalmente giallorosso con oltre 20.000 tifosi locali. E’ probabile che il tecnico rossazzurro  cerchi di sorprendere la squadra avversaria con qualche elemento di novità sul piano tattico per allentare la prevedibile pressione del lecce, che in casa ha vinto 9 partite e pareggiato una. L’undici giallorosso ha subito una sola sconfitta in campionato, proprio ad opera del Catania: 3-0 al Massimino, un risultato però eccessivamente punitivo.

Lecce, stadio Ettore Giardiniero – via del Mare, ore 14,30
LECCE (4-3-1-2): Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira, Di Piazza, Torromino. A disposizione. Chironi, Vicino; Valeri, Megelaitis, Marino, Caturano, Dubickas, Tsonev, Ciancio, Gambardella, Persano, Legittimo. All. Liverani.
CATANIA (4-3-3): Pisseri, Aya, tedeschi, Bogdan, Marchese; Fornito, Lodi, Biagianti (Caccetta), Cacavallo (Russotto), Curiale, Di Grazia. A disposizione. Martinez, Blondett, Djordjevic, Esposito, Manneh, Semenzato, Bucolo, Mazzarani, Rizzo, Ripa, Rossetti. All. Vanigli (Lucarelli squalificato).
Arbitro: Maggioni di Lecco.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *