Letteratura: Klarissa Fischer, la verità svelata

luglio 5, 2018

 

 

 

 

 

ACIREALE – “Klarissa Fischer, la verità svelata”, Editore Il Convivio 2018, è l’ultimo libro della scrittrice Maria Pia Basso. Agata Motta, Maria Antonietta Ferrarolo Salvo Fichera, alla presenza dell’autrice e di un folto e qualificato pubblico hanno presentato l’affascinante romanzo. Nel romanzo sono davvero molti i temi su cui riflettere: a partire dal tempo che scorre inesorabile, fino alle differenze culturali che dividono e separano e ci distraggono, rendendo a volte difficile arrivare a capire quanto in realtà siamo fragili e pieni di paure. Bellissime le descrizioni dei luoghi dove vive la sua vacanza speciale la protagonista, in bilico tra un passato dove echeggiano antichi fasti e splendori, sino al presente pieno di enigmi. La vacanza in Sicilia della protagonista, infatti, è ambientata nella suggestiva cornice della riviera dei limoni in territorio di Acireale, tra il barocco, la timpa, il mare, il piccolo borgo di Santa Maria La Scala. Un libro da gustare e ‘rigustare’. Nella storia chiunque potrà trovare ‘tracce di infinito’ nelle piccole cose e ripercorrere un ‘viaggio’ meraviglioso alla scoperta di aspetti forse sconosciuti della propria vita. La trama è ricca di spunti per la riflessione ed è avvincente. Il pattern del viaggio alla scoperta di ciò che sta oltre le colonne d’Ercole è alla base dello sviluppo del romanzo che obbedisce spesso alla cronologia della mente e dell’anima. Il setting naturale e paesaggistico dei luoghi cari alla scrittrice fa non da cornice ma da coprotagonista nel romanzo, in cui le digressioni ci accompagnano alla scoperta delle verità e dei contenuti nascosti. Un bisogno di scoperta di uno spirito libero che ci rimanda agli Ulisse che hanno riempito molte pagine della letteratura italiana e straniera. Klarissa e Karl Fischer, i cui nomi nomi presentano forti allitterazioni e su cui potremmo azzardare l’esistenza di un anagramma iniziale e forse un riferimento a personalità forti e libere, sono i personaggi su cui e da cui si sviluppa l’intero racconto. Klarissa Fischer è una donna in carriera, che ritrova il diario privato del padre Karl, in cui scopre alcuni segreti in esso contenuti. Ma non tutto le appare chiaro. Amica e confidente è Siri, l’assistente vocale Apple, con la quale Klarissa dialoga spesso e si confronta, nella quale scopre l’altra faccia della tecnologia, che riesce a stupire Klarissa per la sua capacità virtuale di andare incontro alla solitudine dell’animo umano, una solitudine che non è fisica perché Klarissa ha delle amiche, le amiche storiche alle quali propone un viaggio in Sicilia, terra in cui si cela un mistero da svelare. Klarissa è alla ricerca del passato della propria famiglia, ma soprattutto di sé stessa. Nel suo percorso incontra un uomo, Riccardo, naufrago, al pari della protagonista, alla volta di un approdo cerca nel mondo che la circonda la verità. Klarissa riuscirà a far emergere quella verità nascosta tra le righe della sua esistenza? “Uno stile limpido, un periodare ampio, un lessico asciutto, chiaro, netto e preciso”, osserva la prof.ssa Agata Motta, aggiungendo che “è un viaggio dentro e fuori se stessi, un itinerario introspettivo e reale che si conclude nel borgo marinaro di Santa Maria La Scala”. “Un libro che ha una sua compiutezza – aggiunge la prof.ssa Ferraloro – un romanzo di formazione in cui l’autrice riesce a tessere una topografia dell’anima” , frutto della ” fortissima vocazione pedagogica che sta dietro a Maria Pia” la quale “riesce ad affascinarci e a farci crescere. Klarissa, con la sua ricerca di verità e la sua inquietudine, è sicuramente un personaggio riuscito”. Secondo il prof. Salvo Fichera “Accanto a Klarissa è stata messa in rilievo la figura di Siri, assistente vocale di Apple; l’amica metallica della protagonista, la voce virtuale che sa emozionare, sa coinvolgere, sa ammaliare. In un’era in cui c’è la spersonalizzazione dell’essere, la Basso ha umanizzato un non essere: una genialata!” L’autrice, Maria Pia Basso, acese, laureata in Giurisprudenza è alla sua quarta opera, infatti ha pubblicato, con ottimo successo di critica e di vendite “Noi due”(2014), “Vento nell’anima”(2015) e “In volo su un gabbiano”(2017).

Mario Pafumi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *