Lo Monaco a Roma in conferenza stampa, diventa un “giallo” la pratica ripescaggi

agosto 9, 2018

 

 

CATANIA – Oggi, alle ore 15.00, nella Sala Meeting dell’Hotel Crowne Plaza di Roma, i dirigenti delle società interessate alla riammissione in Serie B terranno una conferenza stampa congiunta. E’ la risposta alle fughe di notizie assolutamente ufficiose secondo le quali la Figc avrebbe potuto decidere di bloccare i ripescaggi, questo in seguito ad una decisione dei presidenti dei club della serie B favorevoli ad un torneo a 19 squadre.  “Parteciperanno il Catania con me e il capitano Marco Biagianti in rappresentanza dei nostri calciatori, poi il Siena e la Ternana e anche l’Assocalciatori. Non sappiamo se aderiranno invece Novara e Pro Vercelli che abbiamo invitato -sottolinea a Itasportpress.it Lo Monaco-. Il motivo di questa conferenza è semplice: sensibilizzare l’organo federativo a far rispettare le regole. Se queste saranno rispettate il Catania parteciperà al campionato cadetto. E’ insensato e quasi illegale pensare di far partecipare al torneo di B, solo 19 squadre. E’ qualcosa che non sta né in cielo né in terra perchè non si basa su nessun fondamento dettato da regole federative. Tra l’altro la Figc, appena sei giorni fa, ha comunicato come le disposizioni federali non consentono il mutamento del format del campionato da 22 a 20 squadre dalla corrente stagione sportiva. Pertanto è tenuta a procedere con i ripescaggi la Figc. Bisogna rispettare le regole in un calcio dove mi sembra che questa parola abbia perso significato. Sono state invitate le squadre aventi diritto al ripescaggio a presentare regolare domanda di iscrizione al campionato di B e a versare 1,2 mln di euro di fideiussione bancaria e 700 mila euro alla Figc a fondo perduto. Non è ammissibile che si fermi la macchina del calcio soltanto perchè qualcuno abituato a bypassare le regole si prenda gioco di tutti e decida di non procedere con i ripescaggi. L’immobilismo attuale è assolutamente a rischio e pericolo di chi è chiamato a far rispettare le regole”.

Intanto, marcia di avvicinamento della squadra di Andrea Sottil alla gara di domenica, inizio alle 20, contro il Verona, al Massimino, valida per il terzo turno eliminatorio di Coppa Italia. I rossazzurri ci hanno preso gusto e dopo aver vinto con risultati vistosi (3-0 in casa, 1-3 in trasferta) cercheranno di mettere sotto anche la formazione scaligera. Ieri pomeriggio, intanto, dopo una seduta di allenamento a Torre del grifo, vicina trasferta a San Cataldo dove si è disputata al “Valentino mazzola” un test amichevole contro la Sancataldese allenata dall’ex fantasista del Catania, Peppe Mascara. Un confronto impegnativo per gli etnei che si sono schierati inizialmente con il 3-5-2, schema utilizzato, per necessità, contro il Foggia. Il primo tempo si è concluso 2-2 con i locali in doppio vantaggio grazie alle reti al 10° di Bruno e al 23° Ficarrotta, pareggiate poi da una doppietta ravvicinata di Marotta: 24° e 26°. Nella ripresa in evidenza due atleti rossazzurri dati per partenti: Fornito a segno al 30’ e al 36° e Pozzebon (nella foto) un minuto dopo. Finale: 2-5.

Sancataldese primo tempo (4-3-3): 1 Franza; 2 Florio, 4 Longo, 5 Di Marco, 3 Tosto; 6 Costanzo, 11 Di Stefano, 8 Di Grazia; 10 Ficarrotta, 9 Aloia, 7 Bruno. Allenatore: Mascara.
Sancataldese secondo tempo (4-3-3): 12 Manno; Bentivegna, 16 Miano, 14 Zappalà, 13 Santangelo (26’ 23 Mandalà); 20 Sessa, 22 Calabrese, 15 Condorelli; 21 Mosca (27’ 19 Leonardi), 18 Di Maira, 17 Lo Giudice. A disposizione: 24 Di Gregorio. Allenatore: Mascara.
Catania (3-5-2): 1 Pisseri; 5 Blondett (18’st 19 Manneh), 6 Silvestri, 3 Marchese (1’st 13 Lovric); 2 Calapai (21’pt 22 Pozzebon), 8 Biagianti (1’st 20 Angiulli), 10 Lodi (1’st 16 C.Llama), 4 Bucolo (1’st 18 Fornito), 7 Ciancio (40’st J.Llama); 9 Marotta (18’st 14 Brodic), 11 Barisic (18’st 21 Mujkic). Allenatore: Sottil. A disposizione: 12 Fabiani; 17 Noce.

Oggi è previsto un allenamento pomeridiano, sabato mattina rifinitura e convocazioni.

One Comment

  1. Turi Sapienza

    agosto 10, 2018 at 12:15 am

    Non per voler fare la Cassandra , caro direttore , ma , se ben ricordi , alcune settimane addietro , quando spunto` all’improvviso la possibilita`di un rispescaggio del Catania in serie cadetti , ebbi a farti presente : ” vedrai che questi mascalzoni della Lega tireranno fuori mille cavilli per estromettere il Catania . Detto e fatto . Adesso ti chiedo : ma che ci stiamo a fare in questa organizzazione calcistica italiana se NON CI VOGLIONO ? Perche` non li mandiamo tutti a quel paese e ci facciamo un nostro bellissimo campionato senza doverci genuflettere e supplicare quello che ci tocca di diritto secondo le regole ?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *