L'osservato speciale, Demiro Pozzebon


| Fabrizio Lo Porto |  

CATANIA – Demiro Pozzebon è arrivato a Catania durante il così detto  “mercato di riparazione” proprio perchè bisognava trovare rimedio all’ingiustificata assenza di una punta di ruolo o di “peso”, se preferite. In sua compagnia è approdato  sotto le pendici dell’Etna anche il collega di reparto Diogo Tavares. Pozzebon conosce bene la categoria infatti arriva dal Messina con cui ha iniziato questo campionato, realizzando 8 gol, solo una invece la marcatura realizzata con la maglia rossazzurra nelle sei partite disputate sino ad oggi  e proprio contro la sua ex squadra.

Mister Pulvirenti ha il compito di preparare e risanare un Catania a livello mentale ancora prima che tattico, perchè il Catania arriva da tre sconfitte consecutive, mentre la Paganese sta attraversando il miglior periodo di forma del campionato con 4 vittorie nelle ultime 5 partite disputate. L’approccio dei rossazzurri agli avversari  non è dei migliori, ma neanche la Paganese sembra essere in grande giornata. La punta non riesce praticamente mai a trovare il  dialogo con il suo compagno di reparto e neanche il feeling con i centrocampisti è molto positivo.

Etnei che vanno in svantaggio al 35’ in un primo tempo dove entrambe le squadre non hanno espresso un buon calcio, ma creando ugualmente occasioni da gol. Il Catania inizia il secondo tempo con un altro piglio, butta in campo determinazione e voglia di pareggiare la partita e al 53’ conclusione di Di Grazia che trova la deviazione decisiva di un difensore e pallone che finisce in rete. Passano meno di 10 minuti e proprio Pozzebon su una grande imbucata di Bucolo si trova completamente solo davanti al portiere, ma non è freddo e spreca clamorosamente calciando addosso all’estremo difensore. Il calcio non perdona e dopo altre occasioni sprecate dai giocatori del Catania arriva al 73’ il nuovo vantaggio della Paganese su calcio d’angolo. Pozzebon ha il compito pesante di concretizzare il maggior numero di occasioni per far ritornare il Catania tra quelle 10 squadre che andranno a giocarsi un posto per la B.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *