Sbarco in Sicilia 1943: l’Operazione Husky tra mafia e democrazia

luglio 12, 2018

 

 

 

 

CATANIA – Di alti contenuti scientifici il convegno “Operazione Husky 10 luglio 1943 , tra storia e luoghi della memoria”, nel corso del quale i maggiori esperti dell’argomento hanno riacceso il dibattito storico alla luce di nuove e recenti scoperte, grazie al minuzioso e continuo lavoro di ricerca. Coordinati dallo storico e saggista Ezio Costanzo, Alfio Caruso ha evidenziato il ruolo della mafia nella conquista dell’isola da parte delle forze angloamericane. I docenti universitari Lucio Villari e Andrea Ungari, hanno affrontato l’Operazione Husky non solo dal punto di vista militare, caratterizzata dalla rivalità tra Patton e Montgomery, ma come azione politica tesa a riportare la democrazia e la libertà in Europa. Andrea Augello si è soffermato sull’eccidio di Biscari, una strage a freddo di militari italiani già arresi e di civili, ad opera degli statunitensi provocata, come altre, da un preciso ordine di non fare prigionieri. Ornella Laneri, presidente della Fondazione Oelle, ha annunciato al realizzazione di una rete “Area43” per la scoperta e la valorizzazione dei luoghi dello sbarco.

Il sindaco metropolitano, Salvo Pogliese, promotore dell’evento, che si è tenuto alle Ciminiere, ha chiarito le ragioni sottese al convegno e alle iniziative collaterali. ”Questo incontro sancisce il rilancio del Museo storico dello sbarco in Sicilia 1943. In occasione delle celebrazioni dei 75 anni da quegli eventi, possiamo porre attenzione al turismo storico militare, avvalendoci delle “Norme per la tutela e valorizzazione dei siti legati all’Operazione Husky”, legge appena approvata dall’Assemblea regionale siciliana. Il turismo storico militare può senz’altro portare flussi aggiuntivi a quelli già esistenti e il Museo della sbarco deve diventare un contenitore culturale conosciuto in tutta Europa e visitato da un numero sempre crescente di turisti, studiosi, appassionati della seconda guerra mondiale».

“Il rilancio del Museo passa attraverso la soluzione di alcune problematiche di tipo strutturale e di sistemazione scientifica delle collezioni. A questo intervento, prioritario, seguiranno una serie di iniziative che gli daranno visibilità internazionale – ha dichiarato Ezio Costanzo che sarà il coordinatore scientifico, come già annunciato dal sindaco Pogliese -. A cominciare dall’interscambio di mostre ed eventi con altri musei italiani ed esteri, un’imponente promozione mediatica, il coinvolgimento delle scuole, anche con l’istituzione di borse di studio destinate alla ricerca storica

La riscoperta dei luoghi dello sbarco e la loro valorizzazione, nell’ambito dei viaggi della storia contemporanea in Sicilia, vedranno nel museo la tappa conclusiva, con possibilità di visite guidate. È già in fase di redazione un nutrito programma delle attività finalizzate a iniziative storico culturali relative alle celebrazioni del 75° anniversario dello sbarco in Sicilia”. Un partner privilegiato sarà la Fondazione Wirt Artna che gestisce a Malta cinque musei di carattere storico-militare. Tra essi vi sono le sale di guerra a Lascaris che furono utilizzate dal generale americano Dwight Eisenhower per dirigere le operazioni dello sbarco in Sicilia. “Allo sbarco, il prossimo mese di novembre, sarà dedicata una mostra museale permanente sullo sbarco in Sicilia nel ’43 che è il risultato diretto di una collaborazione di due anni con degli studiosi e collezionisti in Sicilia. Questo progetto servirà – ha dichiarato il presidente della Fondazione, Mario Farrugia – anche come prima fase di un processo di cooperazione con il Museo dello Sbarco in Sicilia a Catania con varie iniziative di scambio d’informazioni ed eventi per approfondire la conoscenza storica e la continuità della memoria dello Sbarco”.

Venerdì 13 luglio, alle Ciminiere, dalle ore 11.00 alle 16.30, negli spazi antistanti il Museo storico dello Sbarco in Sicilia 1943, saranno esposti alcuni veicoli militari d’epoca, provenienti dal tour rievocativo cominciato a Gela il 10 luglio. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con l’Associazione storico culturale – Gruppo di rievocazione storica “Husky 1943” di Siracusa, rientra nell’ambito delle commemorazioni dedicate al 75esimo anniversario dell’Operazione Husky. Sarà presente il sindaco metropolitano Salvo Pogliese.

Da La Sicilia

One Comment

  1. Turi Sapienza

    luglio 13, 2018 at 1:44 pm

    Chiedo gentilmente al responsabile dei contatti con i lettori , di voler depennare la mia E/Mail fra i vostri contatti poiche` non ho piu` interessi di ricevere le vostre notizie . Cordialmente . Turi Sapienza .

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *