Nozze di titanio per il barbiere personale di Christiaan Neethling Barnard

Nozze di titanio per il barbiere personale di Christiaan Neethling Barnard

di Mario Pafumi

GIARRE – Le nozze di titanio si celebrano per festeggiare il 70esimo anniversario di matrimonio di una coppia. Data l’età avanzata, spesso la coppia decide di evitare festeggiamenti pomposi, visti anche gli immancabili acciacchi dovuti all’età. Ma per i coniugi giarresi Alfia Barbagallo – Francesco Pavone, 94 lei 92 lui, grazie alla organizzazione minuziosa dei figli e dei nipoti è stata una giornata indimenticabile quella di sabato scorso.

La coppia ha festeggiato lo straordinario evento “Settant’anni d’amore”, nella Chiesa di San Camillo, a Calvario Peri di Giarre, sotto l’egida del parroco, don Alfio Sauta e alla presenza del sindaco di Giarre, Angelo D’Anna, che ha voluto testimoniare i rallegramenti dell’intera città. Francesco e Alfia si erano sposati 70 anni fa e precisamente il 23 luglio 1950 nella Chiesa Maria Immacolata di Guardia Mangano, frazione di Acireale. Hanno rinnovato con entusiasmo, tra la gioia dei figli Santo, Angelo e Rita, le promesse matrimoniali di fronte al parroco don Alfio, che ha avuto parole bellissime per questa coppia sempre attiva nonostante l’età. Settanta anni insieme, nella buona e nella cattiva sorte, affrontando ogni maroso della vita, anche l’emigrazione in Sud Africa, a Città del Capo, dove Francesco valente barbiere venne notato per la sua abilità divenendo il parrucchiere personale nientemeno che del notissimo Professor Christiaan Neethling Barnard, chirurgo e accademico sudafricano, assurto a fama mondiale per aver praticato il primo trapianto di cuore della storia della medicina. Poi Francesco tornò in Italia e lavorò nella base americana di Sigonella fino alla pensione.

Oggi, Francesco e Alfia non sono più giovanissimi, ma sono certamente innamorati così come quando si sposarono. I figli raccontano che i due “sposini”, in estate amano recarsi al bar di prima mattina per degustare la granita, per poi spostarsi nella loro adorata campagna nell’agro di Nunziata di Mascali, dove ancora di dilettano a coltivare ortaggi e accudire i loro amati cani. Una vita semplice, ricca d’amore e di rispetto, valori che hanno trasmesso alla progenie. Ai figli hanno insegnato con il loro esempio di affrontare ogni circostanza della loro vita insieme, con rispetto reciproco e il massimo dell’armonia che hanno sempre mostrato.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *