Palagonia, catturato l'uomo che ha travolto i vicini di casa

Katya Maugeri

PALAGONIA – La caccia all’uomo è terminata: Gaetano Fagone, il bracciante 52enne di Palagonia accusato di aver travolto 15 persone con la sua auto venerdì scorso è stato finalmente arrestato. Era rientrato a piedi in paese e intercettato da un cittadino di Palagonia che ha avvertito subito i Carabinieri.

Fagone,dopo aver lasciato la macchina nella casa di campagna in contrada Tre Fontane aveva vagato a piedi tra lo stesso paese e le zone limitrofe. Le celle di aggancio del cellulare avevano permesso di allargare le ricerche lontano da Palagonia e sino alla zona dell’Etna.

Una strage che ha scosso tutto il paese, quando venerdì sera intorno alle 22 il 52enne, affetto da problemi psichici, alla guida dell’auto del padre, ha travolto i suoi vicini di casa ferendone sette e uccidendone una: Maria Napoli di 87 anni.
Un boato ha scosso la tranquillità di via Savona, stradina a fondo cieco, dove spesso le famiglie mangiano su dei tavoli sistemati in strada. Il suo intento era – probabilmente – ucciderli tutti, tanto da guidare avanti e indietro più volte a gran velocità.

L’uomo, appena arrestato, è stato condotto nella caserma dei Carabinieri di Palagonia per essere sentito dal pm di turno della Procura di Caltagirone. Sarà, infatti, il procuratore capo Giuseppe Verzera, all’esito dell’interrogatorio, a decidere quale reato contestare, se omicidio colposo e lesioni gravissime o strage. Il magistrato, intanto, si è “congratulato con i Carabinieri per il grande lavoro fatto svolto con abnegazione e professionalità in un contesto difficile”.

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *