Regione, Governo lento e senza maggioranza: legge elettorale da rifare

PALERMO – “Siamo d’accordo con Micciché sul fatto che ci voglia la governabilità, tant’è che stiamo lavorando ad una legge che la garantisca.  Aboliamo subito il listino di nominati ed introduciamo il premio di maggioranza e il ballottaggio tra i candidati alla presidenza. Se Miccichè è d’accordo su questo punto, facciamo la legge e subito dopo restituiamo la parola ai siciliani col voto”. Lo afferma il gruppo parlamentare del M5S all’Ars, rispondendo a Miccichè, che oggi ha sottolineato l’esigenza di cambiare la legge elettorale e dare un premio di maggioranza a chi vince.

Nell’incontro con la stampa parlamentare, infatti, il presidente dell’Ars ha commentato la situazione politica e amministrativa della Regione: “Dal punto di vista parlamentare è stato un anno difficile e il prossimo anno non so come sarà. Personalmente – ha dichiarato Miccichè  – lavoro per rendere più facile la vita a questo governo. C’è chi dice che il governo è lento, lo dicevo anche io all’inizio ma sono stati trovati disastri cosmici”. Poi la constatazione che “La maggioranza non c’è” e la necessità di “qualche modifica a questa legge elettorale”. Per Miccichè “o si prevede un premio di maggioranza o sarà un problema per il futuro, almeno fino a quando ci saranno tre poli in campo. L’attuale legge elettorale prevede la possibilità che una coalizione vinca anche senza avere la maggioranza – ha sottolineato il presidente dell’Ars chiedendo poi ai presenti: “Si può fare una legge elettorale che preveda la vittoria di una coalizione senza maggioranza e poi lasciare intatti i meccanismi che regolano la vita d’Aula come il numero legale?”.

Secondo Gianfranco Miccichè e quanto riportato dal sitodisicilia.it  “è necessario trovare una soluzione a questo tipo di problema, altrimenti si andrà incontro a problemi molto seri. In una situazione che vede tre poli va dato un premio di maggioranza a chi vince le elezioni: ne parleremo con il governo e con i capigruppo, perché questo è un problema che interessa tutti”

 

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *