Porto, sequestrata un’area parcheggio abusiva

marzo 18, 2018

CATANIA – Una attività abusivamente esercitata dalla società Dogana parking Catania Srl. È quello che  hanno verificato i militari della guardia costiera di Catania per verificare la regolarità di alcune aree in concessione demaniale a privati ricadenti all’interno dell’ambito portuale: un parcheggio abusivo all’interno dell’area degli archi della Marina nel percorso fra l’ingresso del porto e piazza Alcalà.

La società, senza essere in possesso di alcun titolo aveva realizzato sbarre di accesso, casotti di vigilanza ed un circuito di video-sorveglianza perimetrale – senza dare alcuna comunicazione all’utenza. L’attività commerciale abbondantemente pubblicizzata su siti internet offriva ai clienti oltre a parcheggio ad ore, anche la possibilità di effettuare abbonamenti settimanali e mensili; la medesima ditta pubblicizzava la possibilità di effettuare il servizio di navetta da e per l’aeroporto di Catania escursioni sull’Etna e su richiesta degli interessati che parcheggiavano l’auto anche  il lavaggio dell’autovettura.

I militari della guardia costiera hanno sequestrato l’intera area su cui veniva esercitata l’attività abusiva e hanno denunciato il responsabile della società di gestione della Dogana parking Catania Srl. Da un primo accertamento, sono emerse delle irregolarità relative al mancato pagamento dei canoni demaniali previsti in favore di soggetti che avrebbero dato in uso l’area senza esserne autorizzati e senza corrispondere alcun versamento nei confronti dell’autorità portuale di Catania. Inoltre, all’interno della struttura non c’erano estintori né manichette da utilizzare in caso di incendio o di altro tipo di emergenza. Stando a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, la società effettuava i maggiori introiti, senza alcuna regola, durante le ore notturne. In zona, infatti, spesso vengono organizzati eventi, concerti e serate musicali all’interno della Vecchia dogana

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *