Premio Aci e Galatea, ecco i nomi dei vincitori. Venerdì 10 agosto la premiazione ad Acireale

agosto 10, 2018

ACIREALE – Conferenza stampa di presentazione dell’edizione numero 53 del Premio Aci e Galatea, il premio di Acireale ai Siciliani, in programma venerdì 10 agosto a partire dalle 20.30 in piazza Duomo ad Acireale. Il programma è stato anticipato dal Sindaco Stefano Alì, dall’assessore al turismo Salvatore Pirrone, dal patron della manifestazione Turi Consoli, dal co-organizzatore Salvo Noè e dal conduttore della serata Ruggero Sardo (nella foto).

I premiati di quest’anno saranno Laura Salafia, la studentessa-coraggio colpita nel 2010 da una pallottola vagante nei pressi dell’Università di Catania poco dopo aver sostenuto un esame; il giornalista Domenico Tempio; l’attrice Selene Caramazza; il fisarmonicista e campione del mondo Pietro Adragna; la fisica nucleare Manuela Cavallaro; il missionario Sebastiano Genco; il docente universitario Rosario Faraci; la musicista Vera Pulvirenti.

La manifestazione è organizzata dal Cine Foto Club Galatea, dall’associazione culturale Akis Regale, dalla Noè Communications, in collaborazione con il Comune, la Fondazione Carnevale di Acireale e diversi sponsor privati.

“Mi fa piacere che i premiati scelti siano tutti d’eccellenza – ha sottolineato il primo cittadino di Acireale Stefano Alì. Un’idea molto vicina a quanto ho fatto io per la mia attività professionale. Una scelta questa molto importante per dare ulteriore sviluppo alla nostra terra”.

L’assessore Salvo Pirrone ha messo l’accento sui “miti della tradizione che si uniscono alle eccellenze siciliane. Una commistione fondamentale per lo sviluppo del turismo e dell’intera città. Una manifestazione va sostenere e valorizzare sempre più”.

“Un programma vasto che evidenzia le eccellenze siciliane – ha ricordato Salvo Noè. Grazie soprattutto al professore Consoli siamo riusciti ad arrivare alla cinquantatreesima edizione e ciò ci permette di premiare quanti si impegnano nel territorio oltre che promozionare start up innovative“. Emozionato il patron Turi Consoli: “Felicissimo di ritornare qui ogni anno a presentare l’evento. Ho la certezza che con Salvo Noè accanto il premio potrà fare ancora tanta strada ed arrivare anche al traguardo delle cento edizioni”

Anche Ruggero Sardo ha voluto lanciare un messaggio positivo “Complimenti agli organizzatori che hanno voglia, attraverso un premio, di regalare ai Siciliani un senso di appartenenza. Io dico sempre: raccontiamo le cose migliori, le cose belle e positive della nostra terra. Un esercizio utile per far capire a tutti che in Sicilia c’è tanta energia e tanta qualità”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *