Viaggia nell’etere l’astronave di Telesiculissimi

gennaio 13, 2018

 

 

 

 

CATANIA – È tornata alla grande Telesiculissimi: in prima serata su Video Regione la divertente “astronave” guidata da Ruggero Sardo continua a conquistare pubblico e consensi attestandosi come una trasmissione divertente ed intelligente nella quale il ritmo dettato dalla conduzione e dalla grande quantità di cambi scena da energia e vivacità.
Ottimo come sempre il lavoro di Giovanni Di Prima e Primamusica che ha allestito uno studio veramente originale all’interno del Centro Commerciale Le Ginestre dove tecnologia e colori sono elementi imprescindibili dal successo della trasmissione.
Scambiamo quattro  chiacchiere con il conduttore Ruggero Sardo che troviamo in jeans e maglione blu e “rapiamo” per qualche minuto dalle prove.
– Ruggero, grazie per averci fatto salire a bordo della tua astronave. Telesiculissimi dopo una stagione di pausa è tornata alla grande…
“Beh, devo dire di sì e ne sono molto contento perché amo fare televisione e quando le trasmissioni da noi pensate vanno bene sono molto felice per me e per tutto il gruppo di lavoro che al mio fianco non si risparmia mai”.
– L’anno scorso per una stagione vi siete fermati dalla TV come mai?
“Non è stata una scelta facile, ma dopo esserci confrontati lungamente con Giovanni Di Prima ed i nostri più stretti collaboratori abbiamo deciso di dedicarci per una stagione solo al progetto radiofonico. La Tv regionale vive un momento particolare e delicato e ritengo che bisogna andare in onda con prodotti pensati, intelligenti, mai banali e non volgari. Per riuscire in tutto ciò è necessario un grande lavoro e l’anno scorso abbiamo tutti convenuto che fosse un periodo da dedicare allo “studio” per trovare nuove idee e nuovi stimoli”.
Quest’anno Telesiculissimi è partita alla grande: ascolti, consensi e soprattutto gradimento. Qual è il segreto?
“Sicuramente la forza del gruppo, che prima di tutto è una famiglia alla quale non finirò mai di dire grazie in tutte le sue componenti per la disponibilità che mi da in tutto e per tutto. Poi come dicevo prima il fatto di “pensare” ciò che si fa, di prepararlo, studiarlo, cercando strade nuove non essendo mai banali ne’ volgari”.
– Tantissimi personaggi escono dalle vostre produzioni, molti dei quali diventano professionisti di questo mestiere anche in questo caso qual è il segreto?
“Non c’è nessun segreto:  con Giovanni abbiamo sempre avuto la “mission” di dare un’opportunità ai tanti artisti che magari non l’avevano. Quando questi artisti si dimostrano talentosi ed umili vengono fuori.
– Anche quest’anno un corso di comici, musicisti, ballerini, opinionisti ed ognuno ha sempre il proprio spazio
“Ognuno deve avere il proprio spazio, ho sempre creduto che il bravo presentatore sia quello che non sovrasta mai le figure di chi ha accanto, ma anzi le valorizza. Quest’anno abbiamo una squadra di comici formidabili perché a quelli storici delle nostre produzioni, che sono sempre stati ironici ed intelligenti, se ne sono aggiunti altri altrettanto divertenti e “moderni”. E devo dire che anche la squadra degli opinionisti capitanata dalla nostra Manu è davvero perfetta.
– Telesiculissimi ovvero  una trasmissione intelligente e non volgare…
“E, credimi,  è il complimento più bello che possano farci. Non credo nella tv delle volgarità gratuite e delle banalità. Credo che con ironia anche una parolaccia possa non essere volgare ed un doppio senso molto esilarante. Mi piace raccontare questo in Tv e regalare un sorriso ma anche una riflessione.
Prima di salutarci e lasciarti alle prove a chi vuoi dire grazie per questo ennesimo successo?
“Ovviamente alla mia squadra, con in testa Giovanni Di Prima che riesce sempre a metterci nelle condizioni di lavorare nel migliore dei modi. In in epoca nella quale spariscono trasmissioni ed emittenti investire ed avere la forza di farlo significa essere coraggiosi quindi il primo ringraziamento va a lui ma a ruota anche a tutti coloro i quali anche in questo momento sono qui in studio e stanno aspettando la fine di questa intervista  per ricominciare a lavorare grazie davvero a tutti al nostro regista Fabio Badalà, ai responsabili tecnici Angelo Zizza e Giorgio Intelisano, al direttore di produzione Massimo Nicotra, all’anima della redazione Manuela Santanocita a tutti i tecnici e gli operatori, al cast artistico..senza di loro nulla avrebbe senso e nulla sarebbe possibile.
– Questa intervista sfata la diceria che sul lavoro sei una persona estremamente seria e taciturna. E’ una leggenda maetropolitana’ 
“Ahahaha, beh se l’hanno detto gli altri…si vede che è vero…(continua a ridere).  In effetti è così, addirittura a qualcuno risulto antipatico, ma amo concentrarmi per dare il meglio di me stesso e pertanto credo ci sia un momento per scherzare e ridere ed uno per essere seri e dare il meglio di se per ottenere un buon risultato.
– E raccontare la Sicilia migliore…
“Sì,  hai ragione: se ci sforzassimo tutti di raccontare le cose di questa terra che vanno bene piuttosto che le tante che vanno male faremmo un esercizio utile a noi ed alla Sicilia stessa”.
– E smentire chi ti descrive come serioso è riservato...
“Solo perché ancora non ho ricominciato a lavorare…ahahaha”.
R.N.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *