Sequestrate imprese a un esponente della famiglia mafiosa di Cinisi

ottobre 17, 2017

PALERMO – Sono state sequestrate, dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, le società Unicem srl con sede a Montelepre e la Adelkan srl di Alcamo di Giuseppe e Stefano Impastato, figli dell’imprenditore Andrea a cui erano state sequestrate le imprese di Cinisi e Carini. Andrea Impastato, nei mesi scorsi ha finito di scontare una condanna per mafia e un periodo di libertà vigilata, fu arrestato perché ritenuto uomo di fiducia di Bernardo Provenzano e nel 2008 era scattato il sequestro del suo patrimonio. Inoltre, dalle indagini della Questura di Palermo, sarebbe emerso che nel 2014, i figli di Impastato avevano costituto una nuova società, la Unicem srl. Stesso settore – vendita di materia edile -, stessa sede, stessa compagine sociale e stesso depositario delle scritture contabili. Per gli inquirenti, non si tratta di coincidenze, ma un modo per eludere le misure di prevenzione. Da qui la richiesta della Procura di estendere il sequestro anche alla Unicem e alla Adelkan srl di Alcamo. Entrambe le richieste sono state ora accolte dal Tribunale per le misure di prevenzione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *