Start Cup Catania in dirittura d’arrivo. Ad Economia la finalissima della business plan competition

ottobre 11, 2017

CATANIA – Sette team rimasti in gara per contendersi l’edizione 2017 di Start Cup Catania, la business plan competition organizzata dall’Università di Catania e valevole per l’ammissione al Premio nazionale per l’innovazione di PNI CUBE. Ha concluso ieri pomeriggio i lavori il comitato tecnico-scientifico presieduto dal prof. Rosario Faraci e composto dal professore Giuseppe Margani, dal dott. Fabio Scaccia, dal dott. Santo Sciuto e dal presidente dell’Ordine dei commercialisti dott. Giorgio Sangiorgio. Dei 32 team che alla fine dell’estate hanno presentato domanda di partecipazione a Start Cup Catania otto ne erano stati già ammessi alla seconda fase, ma solo sette hanno presentato il business plan, il documento economico-finanziario con il quale si contenderanno la partecipazione alla finale di Start Cup Sicilia, in programma a Palermo il prossimo 25 ottobre, e al Premio nazionale per l’innovazione che si terrà quest’anno a Napoli il 30 novembre e il 1 dicembre. Ogni team è stato assistito da un dottore commercialista designato dall’Ordine dei commercialisti di Catania e un grande lavoro di coordinamento è stato svolto dalla Commissione Finanze presieduta dal commercialista Ernesto D’Agata. Nel lavoro di preparazione alla stesura del documento importante è stata anche la giornata “Finanza per le Start Up” organizzata a settembre dal Credito Siciliano e animata dai funzionari e dirigenti dell’istituto di credito, dall’Università di Catania e dall’Ordine dei commercialisti, nonchè dalle start up Baxenergy e Red Raion ospitate presso il Free Mind Foundry di Acireale.

La finalissima di Start Cup Catania si svolgerà mercoledì prossimo il 18 ottobre alle ore 17.00 nella cornice dell’Aula Magna di Palazzo delle Scienze, sede del Dipartimento di Economia e Impresa. Dopo i saluti istituzionali del Rettore Francesco Basile, del Direttore del Dipartimento Michela Cavallaro, del presidente del comitato scientifico Rosario Faraci e del presidente dell’Ordine dei commercialisti Giorgio Sangiorgio, sarà la volta dei sette team rimasti in gara ciascuno dei quali presenterà al pubblico la propria idea progettuale contenuta nel business plan. Alla fine si terrà la premiazione. Ai primi tre classificati andranno le premialità in denaro di 4.000, 2.500 e 1.500 euro rispettivamente e sarà garantito l’accesso alla finale regionale di Palermo. A tutti, però, sarà data una bella opportunità per incominciare l’attività di networking e l’avvicinamento al mondo della finanza e degli investitori istituzionali. Una start up, non dimentichiamolo mai, è come un bambino. Ha bisogno di tanto amore, affetto e di una dose massiccia di buone pratiche educative per crescere bene in forma fisica e stato mentale.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *