Start Cup Catania, la preziosa collaborazione dei commercialisti catanesi

settembre 22, 2017

 

Comincia tra poco, alle 9.00, la giornata di formazione che il Credito Siciliano e l’Università degli Studi organizzano a beneficio dei partecipanti a Start Cup Catania e di quanti, fra neo ed aspiranti imprenditori, sono interessati al tema della finanza per le nuove imprese. L’appuntamento è alla sede del Credito Siciliano in via Sclafani 40 ad Acireale. A portare i saluti saranno l’amministratore delegato del Credito Siciliano dott. Saverio Continella, il presidente del comitato tecnico-scientifico della Start Cup Catania prof. Rosario Faraci, e il vice presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della provincia di Catania dott. Alberto Leone. Ricco il programma della giornata che prevede, oltre alle testimonianze aziendali di Baxenergy e di Red Raion, alcuni seminari tematici sulla finanza per le start up, la presentazione dei progetti imprenditoriali da parte dei team partecipanti a Start Cup Catania e la visita al Free Mind Foundry, il lab di innovazione più grande del Sud d’Italia, ospitato proprio nelle strutture del Credito Siciliano.

La collaborazione fra Università di Catania, per mezzo del Capitt, e l’Ordine dei dottori commercialisti di Catania, presieduto dal dott. Giorgio Sangiorgio (nella foto di copertina), è di lunga data e risale al 2014, periodo in cui l’Ateneo catanese, dopo una pausa di alcuni anni, decise di rientrare all’interno del Premio nazionale per l’innovazione del PNI Cube e, insieme alle altre Università siciliane (Palermo, Messina e la Kore di Enna), diede vita alla federazione delle Start cup locali con il battesimo di Start Cup Sicilia. Da allora, e si è arrivati nel frattempo alla quarta edizione consecutiva, Università e commercialisti, sottoscrivendo un accordo di collaborazione, sono andati a braccetto nel comune obiettivo di fornire ogni anno ai team tutta l’assistenza e la collaborazione necessarie per affrontare la business plan competition e provare a vincere le premialità in palio che danno diritto a partecipare a Start Cup Sicilia e da qui tentare la strada per la finale del PNI.

Ad ogni edizione, la Commissione Finanze dell’Ordine dei commercialisti, (di cui è attualmente responsabile il dott. Ernesto D’Agata) infatti, designa fra i propri iscritti alcuni professionisti incaricati di seguire passo dopo passo i team nella redazione del business plan, il documento economico-finanziario di programmazione con il quale dalla presentazione di una semplice idea imprenditoriale si passa ad un progetto vero e proprio, al fine di convincere potenziali investitori, finanziatori e potenziali clienti sulla fattibilità e sostenibilità dello stesso. Ovviamente, l’Ordine professionale è presente anche in fase di valutazione prima delle idee e poi dei progetti e in tutte le attività, come quella odierna, in cui ai team vengono assicurati anche formazione specialistica e mentoring.

Alla fine, è bello ogni anno assistere alla scena in cui i componenti del team vincitore si abbracciano con il commercialista che, come un angelo custode, ha seguito passo dopo passo l’evoluzione del loro progetto. Bisogna attendere la metà di ottobre, quest’anno, per rivivere questa scena con nuovi protagonisti sia fra i team che fra i professionisti dell’Ordine di Catania.

Un momento dalla conferenza stampa di qualche giorno fa con la presentazione dei team ammessi alla seconda fase di Start Cup Catania

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *