Stasera sarà eletto il nuovo rettore dell’Università di Catania

agosto 26, 2019

CATANIA – Già da stasera l’Università potrebbe avere il nuovo rettore, al termine dello spoglio del secondo turno di votazioni. Si prevede, infatti, largo consenso per Francesco Priolo, 57 anni, direttore del Dipartimento  di Fisica e astronomia, già presidente della Scuola superiore,, che nel primo turno ha ottenuto 615 voti. Molto DIstanti gli altri candidati:  Roberto Purrello si è fermato a quota 193, più distanziati Salvatore Barbagallo, 105, e Agatino Cariola, 98, che hanno deciso di ritirare la loro candidatura, prima della seconda votazione. E’ rimasto in corso solo Vittorio Calabrese, 76 voti, che però coerentemente vuole interpretare fino in fondo il suo ruolo di outsider . Il professore Priolo per essere eletto “Magnifico” dovrà ottenere almeno 792 voti: un traguardo più che possibile perché è prevedibile un’impennata della percentuale dei votanti. Nel primo turno si è registrato il 76% di affluenza al seggio per docenti e studenti, il 43% per il personale tecnico e amministrativo, ma molti elettori erano fuori sede per le ferie d’agosto, programmate non prevedendo questa inconsueta elezioni ad agosto, conseguenza dell’indagine della magistratura “Università bandita” che ha azzerato il vertici dell’ateneo catanese con le conseguenti dimissioni del rettore Francesco Basile e del pro rettore, Giancarlo Magnano di San Lio.

Proprio la “trasparenza” è uno dei punti focali del programma elettorale  di Francesco Priolo che, in caso di successo, introdurrà la figura del “delegato alla trasparenza” e l’istituzione di un Advisory Board composto da membri esterni alla struttura universitaria, di alto profilo etico, che diano il loro parere non solo sulle best practices, ma soprattutto su quanto è necessario migliorare nel funzionamento amministrativo e didattico. I professori Salvatore Barbagallo, Agatino Cariola e Roberto Purrello hanno così motivato la loro decisione di ritirarsi dalla competizione per la carica di rettore: “Il risultato elettorale della prima tornata ha visto la prevalenza del collega prof. Francesco Priolo, ricco dell’esperienza maturata in incarichi svolti durante le passate gestioni rettoriali. Nelle sue diverse componenti di docenti, studenti e personale tecnico-amministativo, l’Università di Catania ha espresso una scelta delle quale dobbiamo prendere atto. Nell’interesse di evitare al nostro Ateneo – aggiungono i tre docenti –  ulteriori frammentazioni e di permettergli una guida unitaria che in tempi rapidi proceda alla sua riorganizzazione ed al recupero dell’immagine, ritiriamo la nostra candidatura per l’elezione. Auguriamo al prof. Francesco Priolo – concludono di svolgere con serenità il suo lavoro, di operare in un Ateneo che si lasci alle spalle le stagioni dei conflitti e che, soprattutto, progredisca nelle tanto delicate funzioni di formazione, di ricerca e di proficue relazioni con il territorio. Quali docenti di questa Università gli assicuriamo la nostra leale collaborazione”. Si voterà oggi dalle 9 alle 19. Sull’elezione pende la spada di Damocle del ricorso al Tar che ha già rigettato la richiesta di sospensiva e si esprimerà nel merito il prossimo 12 settembre.

D.L.P.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *