Che bello l’Inferno di Giovanni Anfuso!

agosto 15, 2018

 

 

 

GOLE DELL’ALCANTARA – “La pioggia di stelle cadenti, luminosissime nella notte senza luna dedicata a San Lorenzo, ha ulteriormente accresciuto la magia di questo spettacolo costruito sugli affascinanti versi danteschi esaltati dall’incredibile scenario delle Gole dell’Alcantara”. Il regista di Inferno, Giovanni Anfuso, ha voluto sottolineare l’atmosfera carica di emozioni che ha spinto ieri il pubblico a tributare fragorosi applausi agli attori, ai danzatori e agli artisti del fuoco.

“Così come per l’eclissi, con la luna rossa – ha raccontato Anfuso – eravamo tutti felici di aver preso parte a questo evento unico, nato dall’Uomo e dalla Natura. E il fenomeno si intensificherà:  nelle altre sere del  week end si vedranno, secondo gli esperti, fino a cento stelle cadenti ogni ora”. Al primo dei tre spettacoli  ha assistito anche l’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo, che ha molto apprezzato il lavoro.

“Su questo spettacolo – ha detto – erano giunte centinaia di e-mail di segnalazione molto positive da parte dei turisti soddisfatti per aver assistito a una rappresentazione di altissimo livello nella splendida cornice delle Gole dell’Alcantara. Adesso che ho visto anch’io questo Inferno posso dire che è ancora più bello di quel che avevo immaginato dalle descrizioni. Con gli organizzatori – ha aggiunto Pappalardo – stiamo cercando di individuare in quali altri siti possa essere rappresentato uno spettacolo del genere, che, dal punto di vista turistico, ha dato risultati molto più interessanti delle aspettative. Abbiamo  avuto in questo territorio un incoming davvero rilevante e il successo è stato tale che gli organizzatori hanno aumentato il numero delle repliche”.

Sono infatti già sold out tutte le nove repliche del week end dal 24 al 26 agosto, quello della ripresa dopo la pausa ferragostana e i produttori hanno deciso di prorogare gli appuntamenti aprendo su Box office le prenotazioni dal 31 al due settembre. E dopo la pioggia di stelle, come detto, una pioggia d’applausi per gli attori: Liliana Randi (Narratrice), Luciano Fioretto (Turista e Caronte),  Giovanni Santangelo (Dante), Angelo D’Agosta  (Virgilio),  Giovanna Mangiù (Francesca da Rimini e Messo dal Cielo), Camillo Sanguedolce (Ulisse),  Davide Sbrogiò (Conte Ugolino), Martina Magnano (Lucifero) e  Vittoria Vaccaro (Angelo).

Consensi anche per gli artisti del fuoco – Giorgio Maria Laganà, Soemia Ira, Davide Corrao – e i danzatori: Francesca Castro, Adriana Di Stefano, Ennio Ferlito, Martina Gurrieri, Moussa Kouyate, Anthea Ipsale, Roberta Lazzaro Danzuso, Alessia Nicolosi, Enrica Pandolfo e Giulia Trovato. Va ricordato che costumi ed elementi scenografici sono di Riccardo Cappello, le musiche portano la firma di Nello Toscano e i movimenti coreografici sono di Fia Di Stefano, mentre gli effetti di pyrotechnics engineering sono affidati ad Alfredo Vaccalluzzo.

L’Inferno di Dante, con la drammaturgia di Anfuso, è prodotto dalla Vision Sicily a con il sostegno della Regione Siciliana, dei Comuni di Motta Camastra e Castiglione di Sicilia, del Parco Fluviale dell’Alcantara, dell’Associazione albergatori di Taormina e di aziende come Video Bank e Vaccalluzzo Events che sono anche partner tecnologici.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *