Tecnico siciliano per il Calcio Catania

maggio 20, 2017

 

 

 

 

CATANIA – Potrebbe essere una soluzione “siciliana” quella per la panchina rossazzurra nella prossima stagione. Giovanni Pulvirenti è tornato a dirigere la Berretti dopo la parentesi, non felicissima con la prima squadra, ma forse non era possibile fare di più.

Pietro Lo Monaco, infatti, sta guardando a nord e a sud di Torre del grifo, per valutare disponibilità, interessi e coincidenza di ambizione e progetti. A sud il riferimento più vicino, ma non solo geograficamente, è Andrea Sottil che bene ha fatto con il Siracusa portando la formazione azzurra fino al primo turno dei play off. Ma il bilancio della stagione è sicuramente positivo. Sottil potrebbe essere l’ennesimo rossazzurro di ritorno, dopo quello di Biagianti e Marchese sul campo, ai quali si aggiungerà dalla prossima stagione anche Ciccio Lodi, e di Peppe Mascara nello staff tecnico delle giovanili, alla guida dell’Under 15. Sottil conosce l’ambiente, si è fatto apprezzare in campo per la sua professionalità da calciatore ed ha mantenuto le qualità caratteriali che rispondono ai requisiti richiesti ai tesserati del Catania.

Volgendo lo sguardo a nord, Lo Monaco intravede Cristiano Lucarelli, calciatore e allenatore “tosto”, bella esperienza sul campo e sulla panchina del Messina ha fatto più che bene, superando non solo i limiti tecnici della squadra, ma anche i problemi societari che si sono abbattuti in una fase particolarmente delicata della stagione. Lucarelli, per altro, ha il merito di aver rivitalizzato Anastasi e Silva, due atleti che rientreranno in a fine prestito a Torre del grifo, a fine stagione. Due atleti che, alla luce di quanto fatto in maglia giallorossa potranno essere valutati più attentamente, rispetto alle poche indicazioni che erano scaturite dal primo semestre al Catania. Lucarelli, per altro, non sembra molto convinto di continuare la sua esperienza nella città dello Stretto e sa benissimo che il Catania nel prossimo torneo cercherà la promozione diretta, obiettivo ben lontano – al momento – dalla possibilità della dirigenza peloritana.

L’amministratore delegato etneo in queste ore, comunque, sta valutando un’ampia rosa di “papabili”, come sua abitudine, anche se aveva dichiarato un paio di settimane fa di avere già deciso il nuovo tecnico.

Daniele Lo Porto

Dal Giornale di Sicilia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *