Tre cin-cin del Catania in Coppa. La sorpresa è Kevin Biondi

agosto 5, 2019

CATANIA – FANFULLA 3-0

Marcatori: 11’ Di Piazza, 43’ Sarno; st  33’Curiale

CATANIA (4-3-3): Pisseri 7; Calapai 6 (1’ st Biondi 6,5), Silvestri 6, Esposito 6, Marchese 6,5; Bucolo 6, Lodi 6,5, Llama 6 (15’ st Rossetti 6), Sarno 7, Di Piazza 6,5 (13’ st Curiale 6,5), Brodic 5. A disposizione: Coriolano;  Lombardo, Angiulli, Berti, Rizzo, Noce, Liguori,  Arena, Distefano. All. Camplone 6,5

FANFULLA  (4-5-1): Cizza 6,5; Negri 5,5 (41’ st Gibillini sv), Baggi 6, Laribi 6,5, Pascali 5,5, Fabiani 5,5 (22’ st Cornaggia 6), Arodi 6 8(1’ st Aprile 5,5), Brognoli 6, Catta 5,5, Palmeri 6,5, Scaramuzza 6. A disposizione: Frontori;  Alpoli,  Cappato, Barbieri, Bertelli. All. Ciceri 6

Arbitro: Rutella di Enna 6,5

Ammonito Laribi. Calci d’angolo  2-4. Recuperi: pt 3’ e 3’. Spettatori 2.000 circa.

CATANIA – Esordio stagionale vincente per il Catania di Andrea Camplone che supera, senza particolari difficoltà, il Fanfulla, nel primo turno della Coppa Italia maggiore. Prossimo avversario, in trasferta, il Venezia.  Campo con erba rada e in alcune zone completamente assente. Il Catania per regolamento deve rinunciare ai nuovi acquisti. La formazione che scende in campo è, comunque, competitiva e ricalca schieramenti già utilizzati da Sottil e Novellino. Classico 4-3-3. In porta  il reattivo Pisseri, con Marchese che si sgancia in avanti, mentre Calapai tiene la posizione, Lodi in cabina di regia “protetto” da Bucolo. In avanti Sarno e Brodic, apparso un po’ spaesato, esterni, Di Piazza classico centrale. Il Catania palleggia bene e fa possesso senza problemi, nonostante l’impegno degli avversari, e già si intravede in embrione il gioco pensato da Camplone.  Risultato sbloccato all’ 11 quando su rinvio dal fondo la pressione di Sarno manda il portiere in confusione e Di Piazza segna a porta vuota.  Al 35’ si spengono alcuni fari dell’impianto di illuminazione: partita sospesa e poi si riprende nella penombra, ma quando raddoppia Sarno, di testa, (nella foto) su cross di  Marchese, la visibilità è di nuovo al meglio. Ripresa in scioltezza per i rossazzurri che, a risultato acquisito, cercano schemi e geometrie e commettono qualche errore di troppo sottoporta. Curiale arrotonda a colpo sicuro dopo un’incursione di Sarno. Disinvolta la prestazione di Kevin Biondi, all’esordio in prima squadra.

“Sono catanese, quindi è sempre una forte emozione esordire in questo stadio. Sono molto contento- ha dichiarato il ventenne difensore -: è stato qualcosa d’indescrivibile per me. Cerco di dare sempre tutto in allenamento, sono a disposizione del mister e spero di continuare a difendere i colori della mia città. Quando ho capito che sarei entrato in campo, il mio pensiero è stato subito rivolto alla mia famiglia, ai miei compagni, a tutte le persone che mi sono state vicino per far sì che questo giorno arrivasse. Voglio dedicare l’esordio ai miei nonni, uno dei quali purtroppo non c’è più e mi avrebbe voluto vedere giocare tra i professionisti. Camplone è il comandante di questo esercito che stiamo provando ad allestire. Spero che il mister possa continuare a utilizzare  parole d’elogio per me”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *