VIDEO – #UnLibroperAmico: José Saramago, Cecità. L’oscurità dell’animo umano

gennaio 14, 2018

“Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo, Ciechi che vedono, Ciechi che, pur vedendo, non vedono”.

Il romanzo dello scrittore premio Nobel per la letteratura portoghese Josè Saramago, pubblicato nel 1995. Il romanzo, un esperimento sociologico: è sicuramente l’invito a guardare il nostro tempo con minuziosa attenzione, senza trascurare le sfumature, a fare i conti col buio che ci cela dietro le nostre paure, rendendoci tutti dei potenziali “cattivi”.

Nel suo crudo romanzo, l’autore mette in rilievo la metafora di un’umanità primordiale e feroce, incapace di vedere con lucidità e distinguere le cose su una base razionale, ne deriva un saggio sul potere e la sopraffazione, sull’indifferenza e l’egoismo, una forte denuncia del buio che pervade l’animo umano, il buio della ragione in cui in una condizione di panico estremo, l’uomo rivela il peggio di sé, anteponendo la cattiveria, l’irrazionalità, la brutalità alla ragione, citando proprio uno dei personaggi: “è di  questa pasta che siamo fatti, metà di indifferenza e metà di cattiveria”. È un saggio sull’assenza di umanità, l’anima diventa cieca e priva di emozioni, di compassione. Tocchiamo con mano la fragilità dell’animo umano, di quanto basti poco per ritrovarsi nel caos, presi dal panico, confusi , disorientati. Ciechi.
Saramago descrive divinamente, la psiche e l’istinto dell’uomo  che annulla la propria evoluzione sociale e culturale quando il panico prende il sopravvento e solo la lotta può salvarlo. Uno stile crudo e originale per descrivere una realtà, quella in cui crediamo di “vedere”i dettagli, una realtà che non conosciamo pienamente perché in noi alberga quel lato oscuro che neghiamo di conoscere, di rivelare a noi stessi. 

“Volevo raccontare le difficoltà che abbiamo a comportarci come esseri razionali, collocando un gruppo umano in una situazione di crisi assoluta. La privazione della vista è, in un certo senso, la privazione della ragione. Quello che racconto in questo libro, sta succedendo in qualunque parte del mondo in questo momento” così Saramago descrive il suo romanzo. Una lettura che vi travolgerà, vivrete in una realtà che sembrerà frutto dell’assurdo, ma è solo l’ombra di quella luce in cui viviamo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *