Voto di scambio, condannati Raffaele Lombardo e il figlio

luglio 10, 2019

CATANIA – Un anno di reclusione, con pena sospesa. Questa la condanna per l’ex presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo e suo figlio Toti per reato elettorale. Con lui sono stati condannati anche Ernesto Privitera, Angelo Marino e Giuseppe Giuffrida. Il processo è stato celebrato dopo il ricorso della Procura contro la sentenza di assoluzione con la formula “perché il fatto non sussiste” emessa Tribunale monocratico, presieduto da Laura Benanti.

Secondo l’accusa, i Lombardo avrebbero promesso due posti di lavoro in cambio di voti in favore di Toti eletto con 9.633 preferenze nella lista del Mpa alle Regionale dell’ottobre del 2012. A dare il via all’inchiesta erano state dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia. Il posto di lavoro sarebbe stato promesso a Privitera e Marino in favore dello stesso Marino e di Giuffrida, quest’ultimo in seguito effettivamente assunto.

“Ricorrerò in Cassazione contro un vero e proprio misfatto. Ho sempre fiducia nella giustizia devo capire se a Catania posso continuare a difendermi in un processo”, dichiara Raffaele Lombardo sulla sentenza di condanna. Ho sempre fiducia nella giustizia devo capire se a Catania posso continuare a difendermi in un processo”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *