Con le pinne, fucili ed occhiali e…protezione solare!

giugno 25, 2017

 

 

 

 

Finalmente la bella stagione è arrivata, e per gli amanti della tintarella e non, è arrivatoanche il momento di scoprire e mettere in mostra il proprio corpo, nascosto durante il lungo inverno dagli indumenti. Obiettivo, rendere la pelle dorata per piacersi di più, per nascondere qualche difettuccio, e per sentirsi meglio.

Al via dunque le ore interminabili distesi sui lettini come lucertole a prendere il tanto desiderato sole, per ottenere l’effetto doratura desiderato. Quel sole che se preso con attenzione è un alleato della nostra salute, ma che può’ diventare un nemico della pelle specialmente quando è preso in eccessoed in maniera impropria, provocando l’invecchiamento, accentuando le rughe, macchiando la pelle, e divenendo un fattore di rischio anche per lo sviluppo del melanoma.

Protezione è la parola d’ordine essenziale dell’estate.

Meglio quindi ricorrere alla fotoprotezione, attività semplice ma importantissima per evitare di “scottarsi” seguendo delle semplici ma fondamentali regole, oltre a quelle già conosciute (non esporsi al sole nelle ore più calde e coprirsi con cappelli e indumenti larghi) per una corretta esposizione al sole senza rinunciare però al tanto desiderato colorito dorato.

 

 

Abbiamo chiesto alla dottoressa Valentina Longo, medico chirurgo, specialista in dermatologia e venereologia come si può conciliare la salute della pelle e l’estetica, abbronzandosi quindi senza danneggiarla.

 Che cosa occorre fare per proteggere la propria pelle?

Utilizzare, durante l’esposizione solare, una crema protettiva resistente all’acqua ed al sudore con ampio spettro di assorbimento, ovvero che protegga sia dai raggi UVA che UVB, prediligendo fattori di protezione alti (Spf 50+).

 Come facciamo a scegliere la crema solare più adatta al nostro tipo di pelle?

Individuando il fototipo di ogni soggetto è possibile provvedere ad una corretta protezione solare. In linea generale si utilizzeranno quindi filtri e schermi solari alti (Spf+ 50+ /50-30) nei soggetti con fototipo più chiaro (I e II) e più sensibile all’esposizione solare, ovvero soggetti che si scottano facilmente e si abbronzano con difficoltà, e schermi solari medio-bassi (Spf 25-20-15-10-6) nei soggetti con fototipo più scuro (III, IV, V, VI) che si scottano difficilmente e si abbronzano con facilità.

Come si usano le creme solari?

La crema solare andrebbe applicata prima di esporsi al sole e dovrebbe essere riapplicata ripetutamente ogni 2 ore circa e dopo ogni bagno.

 

Quali sono le aree del corpo maggiormente soggette a rischi?

L’esposizione intensa alle radiazioni solari in giovane età facilita l’insorgenza dei tumori cutanei. In particolar modo i carcinomi si sviluppano più frequentemente sulle parti solitamente esposte al sole (orecchie, viso, collo e avambracci) mentre il melanoma si manifesta prevalentemente sul dorso, nei soggetti di sesso maschile, e sugli arti inferiori, nei soggetti di sesso femminile.

 Quali sono gli errori più comuni da evitare, legati alle creme solari?

Bisogna evitare di utilizzare creme solari non perfettamente conservate o scadute (in genere possono essere utilizzate fino a 9-12 mesi dall’apertura).

 Quali consigli possiamo dare ai nostri lettori per un’esposizione solare corretta?

Evitare l’esposizione solare dalle ore 12.00 alle ore 16.00 (quando la concentrazione dei raggi UV è maggiore), applicare ripetutamente le creme protettive anche se si sta sotto l’ombrellone, non esporre eccessivamente al sole i bambini, non utilizzare prodotti potenzialmente fotosensibilizzanti come farmaci, cosmetici e profumi (Prometazina, tintura di Bergamotto, etc). Infine se ci si è scottati o si hanno tanti nei sottoporsi ad una visita dermatologica periodica di controllo ed effettuare la mappatura dei nei ovvero la videodermatoscopia in epiluminescenza prima di esporsi al sole o comunque dopo aver applicato creme solari con protezione alta (Spf 50+).

Maria Francesca Greco

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.