Il Settebello azzurro onora Francesco Scuderi

luglio 3, 2017

 

 

 

PALERMO – L’azzurro resta il colore preferito della Sicilia. Una tinta che abbinata alla pallanuoto maschile significa Settebello e rimanda ad un feeling di vecchia data, sempre più forte anno dopo anno. La nostra isola è nuovamente pronta ad abbracciare la Nazionale per un doppio, entusiasmante evento. Il 4 luglio prossimo, a Catania, la squadra del commissario tecnico Alessandro Campagna affronterà gli Usa in un’amichevole valida per la quarta edizione del Trofeo Francesco Scuderi, dedicato alla memoria dell’indimenticato punto di riferimento della pallanuoto di casa nostra nonché vicepresidente del comitato regionale della Federnuoto scomparso prematuramente nel dicembre del 2013. Il match con gli statunitensi verrà disputato nella piscina comunale della Plaia, alle ore 18.30.

Dal 6 al 9 luglio, il Settebello si sposterà a Siracusa per il Sei Nazioni con Grecia, Russia, Australia, Croazia e Usa. Quattro giorni di grande pallanuoto ospitati nella piscina Caldarella. L’Italia è stata inserita nel girone A con Russia (da affrontare il 7 luglio alle 20) e Grecia (8 luglio alle 19.30). Nell’altro gruppo si sfideranno Australia, Croazia e Usa. Il 9 luglio sono previste le finali per il quinto (16.30), il terzo (18) e il primo posto (19.30). “Il ritorno del Settebello in Sicilia – sottolinea il presidente del comitato regionale della Federnuoto, Sergio Parisi – è per noi un piacere e un motivo di orgoglio: un piacere perché regala a tutti gli appassionati di casa nostra l’occasione di godersi la grande pallanuoto; un motivo di orgoglio perché ribadisce il grande feeling con la Nazionale, che qui ha sempre trovato tanto calore e un’ospitalità evidentemente ritenuta all’altezza”.

“Sapete bene – aggiunge Parisi – quanto io tenga in modo particolare al trofeo Scuderi, dedicato alla memoria di un amico fraterno che ancora oggi sentiamo accanto a noi nel nostro lavoro quotidiano per la pallanuoto e le discipline natatorie. Potere onorare il suo nome con una partita della Nazionale è stata un’occasione che non ci siamo lasciati sfuggire. Il Sei Nazioni di Siracusa, poi, aggiungerà spettacolo a spettacolo con una competizione che metterà a confronto alcune fra le migliori realtà mondiali”. “Permettetemi di ringraziare – conclude Parisi – il commissario tecnico Campagna per la sensibilità e la disponibilità dimostrate, qualità che peraltro conosciamo bene, il consigliere federale Giuseppe Marotta, il presidente dell’Ortigia Valerio Vancheri e tutte le persone che con il loro contributo hanno fatto sì che l’Italia potesse tornare in Sicilia. Sono certo che sarà un’altra grande, genuina, appassionante festa di sport”.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. Se prosegui la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.