Vendesi boschetto della Plaja, prezzi scontati causa incendio

settembre 16, 2019

CATANIA – Quasi 30 mila metri quadri di terreni demaniali alla Playa di Catania potrebbero passare in mano ai privati. Non ci solo i 7.000 mq di terreni del Demanio statale, di cui abbiamo saputo in questi giorni, ma anche la Regione Siciliana è pronta a vendere i suoi terreni, per altri 22.000 mq”.  A dare la notizia è Gianina Ciancio, deputata regionale del Movimento 5 Stelle, che riferisce come sia in corso una “maxi-operazione per l’alienazione di una massa di 157 immobili, tra terreni e fabbricati, di proprietà regionale e dislocati in varie province della Sicilia, secondo quanto disposto dalla delibera di Giunta 306/19”.  “Tra questi – prosegue Ciancio – tre dei cespiti di Catania si trovano nell’area del boschetto della Playa, vicini al terreno che l’Agenzia del Demanio ha già messo in vendita. Quest’ultimo tra l’altro è stato investito dal recente, devastante incendio di questa estate che ne ha impoverito il valore di mercato. Casualità vuole che Regione e Stato stiano cedendo beni quasi in contemporanea, in un’area dalle grandi potenzialità turistiche ed economiche e da anni al centro di grandi interessi speculativi, dove insiste un Pua comunale (Piano urbanistico attuativo) che è molto controverso e contestato. Questa vendita sembra – conclude Ciancio – un trampolino di lancio per altre tristi cementificazioni, proprio in quel boschetto che è uno dei pochi polmoni verdi della città. Abbiamo già denunciato qualche giorno fa come il lungomare sia diventato un ‘lungo-muro’, con la trincea degli stabilimenti balneari che oscurano la vista del mare. Ecco cosa accade quando si lascia tutto in mano alla sola, esclusiva gestione privatistica, mentre le pubbliche istituzioni pare abbiamo perso la capacità o la voglia di valorizzare le proprietà di cui dispongono e creare spazi attrezzati vivibili e accessibili liberamente da tutti”.

Intanto, si è tenuta stamattina presso la sede della Direzione Urbanistica del Comune di Catania, la riunione della Commissione Urbanistica, presieduta dal consigliere comunale di #diventeràbellissima Manfredi Zammataro. L’incontro di oggi prevedeva l’audizione dell’Avvocatura Generale del Comune di Catania, stamane rappresentata dall’Avv. Liuzzo. Durante la seduta, è stato affrontato il tema della vendita da parte dell’Agenzia del Demanio a soli 26.000 euro di una vasta zona del boschetto della Playa, di recente oggetto di un imponente incendio le cui cause sono ancora in fase di accertamento ed avvenuto qualche giorno prima della pubblicazione dell’avviso di vendita da parte dell’Agenzia del Demanio. Sul punto, la commissione urbanistica ha espresso piena e incondizionata contrarietà nei confronti di quanto sta accadendo che si palesa essere un vero e proprio scippo di un bene appartenente all’intera comunità Catanese. Per tale ragione, il Presidente della Commissione Urbanistica Manfredi Zammataro ha chiesto all’avvocatura di predisporre tutti gli atti propedeutici per ricorrere innanzi all’Autorità Giudiziaria al fine di scongiurare la svendita del Boschetto della Plaia. Il Presidente Zammataro ha infine evidenziato che bisogna fare in fretta stante il poco tempo a disposizione, atteso che  le offerte per l’acquisto devono essere presentate entro il 20 settembre ore 12 e saranno esaminate il 23 settembre. Pertanto Zammataro ha esortato il Sindaco Pogliese, anche lui contrario alla vendita, a conferire quanto prima il mandato all’avvocatura  per procedere legalmente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *